Contratti telefonici annullati » Ma le fatture continuano ad arrivare

Hanno annullato i loro contratti telefonici con Teledue o Tele Tu, compagnie telefoniche ormai inesistenti, da svariati anni.

Eppure hanno continuato a ricevere fatture relative a quegli abbonamenti, e adesso nelle loro cassette della posta hanno addirittura trovato lettere di società di recupero crediti.

Nell'ultima settimana ne sono state segnalate una ventina, tutte lettere inviate da Elliot srl e Geri srl.

Ma queste fatture sono da considerarsi inesistenti o insussistenti.

I cittadini che ricevono queste lettere di recupero crediti sono stati effettivamente abbonati con Teledue o Tele Tu, alcuni anni fa.

Ma poi hanno annullato i contratti telefonici, eppure hanno ricevuto svariate fatture e adesso le richieste di recupero crediti.

In tutti i casi si tratta di fatture emesse negli anni successivi alla disdetta dell'abbonamento.

Le società telefoniche hanno l'obbligo di chiudere i contratti entro 30 giorni dalla richiesta del cliente ed inviare nel più breve tempo possibile le ultime fatture.

E' stato appurato che, in tutti i casi segnalati, Teledue prima e Tele Tu dopo non hanno mai chiuso i contratti, come invece era stato richiesto dai clienti.

Così le società telefoniche hanno continuato ad inviare le fatture, come se i servizi fossero regolarmente attivi.

Questa situazione è andata avanti a lungo, in qualche caso oltre un anno.

Ecco che alcuni cittadini hanno ricevuto svariate fatture da 20 a 100 euro mensili, e quindi adesso hanno richieste di recupero crediti da 300 a 1000 euro.

Cifre consistenti, soprattutto se si considera che in genere si tratta di pensionati, che magari avevano deciso di passare a Tele Tu per risparmiare, e invece adesso si trovano beffati.

15 gennaio 2014 · Giovanni Napoletano

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contratti telefonici annullati » ma le fatture continuano ad arrivare.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.