Contratti di locazione » I suggerimenti per evitare contese con il conduttore dell'appartamento

Contratti di locazione: vi forniamo una serie di consigli per evitare inutili dispute tra conduttore e locatore.

I contratti di locazione, comunemente chiamati contratti di affitto, sono molto diffusi nel nostro Paese.

Ciò perché, anche se è vero che la maggioranza della popolazione dispone di una casa di proprietà, soprattutto per i giovani accedere ad un contratto di mutuo, e quindi ad una casa propria è sempre più difficile.

Al contrario, chi è proprietario di più di un immobile, utilizza la cosiddetta seconda casa per monetizzare, concedendola, dunque, in affitto.

Ecco alcuni suggerimenti che sia il locatore che il conduttore dovrebbero seguire per vivere in armonia.

Innanzitutto, è bene sapere che il contratto di locazione deve essere sempre redatto in forma scritta.

Se si usa un modulo prestampato, è bene accertarsi che tutte le clausole siano utili per la locazione che si sta stipulando.

Nel contratto bisogna indicare l'effettivo canone corrisposto dal conduttore e rifiutare proposte di versamenti extra di cui potrebbe essere poi richiesta la restituzione.

Inoltre, è buona norma stipulare contratti previsti dalla legge secondo le vere esigenze del conduttore, senza simulare situazioni di falsa transitorietà della locazione o foresterie inesistenti.

Mai dimenticarsi di provvedere alla tempestiva registrazione del contratto nei casi previsti dalla legge. Se l'appartamento locato è ammobiliato, fare sottoscrivere al conduttore l'inventario dettagliato dei mobili consegnati.

Inoltre, richiedere, sempre, il versamento del deposito cauzionale per salvaguardarsi da eventuali danni causati all'immobile dal conduttore o da altre sue inadempienze: i contratti delle utenze devono sempre essere intestati al conduttore.

Come, noto, non devono essere accettati pagamenti in contanti: pertanto, rilasciare sempre la ricevuta dell'importo ricevuto. Infatti, è la proprio la normativa vigente che vieta transazioni non tracciabili per importi superiori a 999,99 euro.

Proseguendo, durante la locazione effettuare è bene sopralluoghi nell'immobile locato, dandone preavviso al conduttore, per controllare che lo stesso esegua la piccola manutenzione posta a suo carico dalla legge.

Sarebbe una buon consiglio anche consentire al conduttore di partecipare alle assemblee condominiali per la discussione degli argomenti su cui ha il diritto di voto.

Una volta concluso il contratto di affitto, poi, ricordarsi di eseguire un sopralluogo nell'immobile con il conduttore (o, comunque, con testimoni) per accertare lo stato manutentivo del bene locato.

Nel caso ci fossero, segnalare subito all'ormai ex conduttore eventuali danni riscontrati nell'immobile prima di fare eseguire le necessarie riparazioni.

31 luglio 2014 · Armando Brando

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contratti di locazione » i suggerimenti per evitare contese con il conduttore dell'appartamento.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.