Conto corrente » il decalogo

Cosa è il conto corrente?

Il conto corrente è un contratto bancario che consente di gestire i propri soldi (evitando di conservare e trasportare denaro contante) e di usufruire dei servizi offerti dalla Banca, quali ad esempio la domiciliazione delle bollette, l'emissione di assegni, il bancomat, la carta di credito e le operazioni di [ ... leggi tutto » ]

Quali sono le principali tipologie di conto corrente?

Ci sono diverse tipologie di conti. Possiamo innanzitutto distinguere fra conti correnti ordinari e conti correnti a pacchetto. Conti correnti ordinari Sono i cosiddetti "conti a consumo", in cui le spese dipendono dal numero di operazioni effettuate: più operazioni si fanno, più si spende. Conti correnti a pacchetto Si [ ... leggi tutto » ]

Quali differenze ci sono tra il conto corrente normale e quello che privilegia l'operatività on line o self service?

I conti con operatività prevalente on line offrono condizioni economiche più competitive per le operazioni su internet, una gestione totalmente autonoma e comunque la possibilità di fruire di molti servizi connessi ai "conti tradizionali" (ad esempio: assegni, domiciliazione bollette, carta di credito, bancomat, etc..). Rispetto ai conti tradizionali, non [ ... leggi tutto » ]

Conti correnti - Che cosa significa Internet banking?

Con "Internet banking" (traducibile come "Banca su Internet") si intende la possibilità di accedere ai servizi della propria Banca direttamente da un computer,smartphone o altro strumento con accesso alla rete internet, per avere informazioni o per effettuare operazioni di gestione del denaro (bonifici, ricariche telefoniche, pagamento di bollettini, estratti [ ... leggi tutto » ]

Che documenti mi servono per aprire un conto corrente?

Gli unici documenti richiesti per l'apertura di un conto sono: codice fiscale e documento di identità in corso di validità (carta di identità, patente, passaporto, etc...). Inoltre, al momento dell'apertura del conto, la Banca sottoporrà al cliente un questionario necessario ad individuarne il "profilo" nell'ambito della normativa antiriciclaggio. Infine, [ ... leggi tutto » ]

Quali sono i costi di un conto corrente?

L'apertura di un conto corrente in genere è gratuita. I costi da sostenere sono connessi al tipo di conto scelto, ai servizi previsti, all'utilizzo che ne viene fatto ed alla tipologia di cliente. Il costo del conto è di solito composto da una parte fissa e da una parte [ ... leggi tutto » ]

Qual è la differenza tra saldo contabile e saldo disponibile di un conto corrente?

Il saldo del conto corrente non è altro che la differenza (positiva o negativa) tra l'importo complessivo degli accrediti (cioè le somme che vengono depositate sul conto corrente) e quello degli addebiti (cioè le somme che escono dal conto, per prelievi, spese, bollette, et...). Nella pratica si distinguono, il [ ... leggi tutto » ]

Quali possono essere gli inconvenienti legati ad un saldo insufficiente del conto corrente?

Nell'ipotesi in cui non ci fossero sul conto corrente fondi disponibili sufficienti, la Banca può respingere il pagamento di assegni bancari emessi o anche delle utenze domiciliate in via permanente (R.I.D. - rapporto interbancario diretto). Le possibili conseguenze correlate sono, ad esempio: l'informazione della non disponibilità economica sul conto [ ... leggi tutto » ]

Cosa è l’IBAN del conto corrente?

Ogni conto corrente ha un proprio codice internazionale, denominato IBAN (International Bank Account Number), che lo identifica in modo univoco e che serve obbligatoriamente per fare e ricevere bonifici. Il Codice IBAN è normalmente riportato sui documenti contrattuali ricevuti all'atto dell'apertura del conto, sugli estratti conto periodici, nelle [ ... leggi tutto » ]

Quali sono i principali strumenti di pagamento collegati al conto corrente che posso utilizzare?

I principali strumenti di pagamento collegati al conto corrente sono l'Assegno bancario, la Carta di debito (Bancomat) e la Carta di Credito. In caso di smarrimento o furto di carta di credito o di debito, a tutela del titolare del conto,si deve immediatamente bloccare la carta di credito/debito telefonando [ ... leggi tutto » ]

E se la banca dovesse fallire che fine fanno i soldi sul conto corrente?

Che fine fanno i risparmi del correntista se la banca dovesse fallire? In teoria, con la dichiarazione d'insolvenza della, il conto corrente viene di fatto bloccato ed il titolare non potrà, da quel momento, effettuare alcuna operazione di prelievo o dispositiva. Successivamente, interviene il Fondo Interbancario di Tutela dei [ ... leggi tutto » ]