Qualsiasi condomino ha il diritto di ottenere dalla banca un estratto del conto corrente condominiale

L'articolo 1229, settimo comma, del codice civile dispone che L'amministratore è obbligato a far transitare le somme ricevute a qualunque titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del condominio, su uno specifico conto corrente, postale o bancario, intestato al condominio; ciascun condomino, per il tramite dell'amministratore, può chiedere di prendere visione ed estrarre copia, a proprie spese, della rendicontazione periodica.

Le banche, hanno interpretato la norma del codice civile, sopra menzionata, nel senso che l'amministratore è l'unico soggetto legittimato ad ottenere copia della documentazione relativa al conto corrente condominiale, con conseguente esclusione del diritto di accesso alla documentazione stessa in capo ai singoli partecipanti al condominio. Opponendo un netto rifiuto a qualsiasi condomino chiedesse di prendere visione della rendicontazione periodica relativa al conto corrente condominiale.

Non sembra, tuttavia, essere concorde con tale interpretazione l'Arbitro Bancario Finanziario: con la decisione 7960/2016, il Collegio ha affermato che una interpretazione sistematica della norma porta ad escludere che per il tramite dell'amministratore possa significare solo attraverso l'amministratore, posto che , in tal modo intesa, la normativa vigente implicherebbe, fra l'altro, l'implicita abrogazione, per i condomini, del diritto di accedere alla documentazione stessa. A parere degli arbitri bancari, dunque, la normativa vigente non prescrive un obbligo, in capo al condomino, di esclusiva richiesta all'amministratore, unico legittimato a richiedere la documentazione, quanto, piuttosto, di preventiva richiesta all'amministratore stesso.

In altre parole, una volta inutilmente assolto l'obbligo di preventiva richiesta all'amministratore della documentazione relativa al conto corrente condominiale, il condomino ha diritto di ottenere dalla banca (o dall'ufficio postale) copia della documentazione relativa al conto corrente del condominio.

11 gennaio 2017 · Simonetta Folliero

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , , , ,

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su qualsiasi condomino ha il diritto di ottenere dalla banca un estratto del conto corrente condominiale. Clicca qui.

Stai leggendo Qualsiasi condomino ha il diritto di ottenere dalla banca un estratto del conto corrente condominiale Autore Simonetta Folliero Articolo pubblicato il giorno 11 gennaio 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria conti correnti bancari e postali e libretti di deposito a risparmio Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca