Conto corrente » Cosa è la Commissione di Massimo Scoperto (CMS)

In passato sono stati riscontrati una pluralità di meccanismi di calcolo dei oneri di messa a disposizione dei fondi. Ovvero oneri fondati sul presupposto che il contratto di apertura di credito legittimerebbe una remunerazione per l'affidamento, indipendentemente dall'effettivo utilizzo del credito concesso, il cui corrispettivo è dato, invece, dal pagamento degli interessi.

Assai frequentemente utilizzata dalle banche è sempre stata la commissione di massimo scoperto (CMS), calcolata sull'ammontare massimo dell'utilizzato in un dato periodo di riferimento, solitamente trimestrale, in genere al permanere di tale ammontare massimo per un certo numero di giorni (variabile da 3 a 10) ma, in certi casi, indipendentemente da qualsivoglia durata minima.

Nella prassi si riscontrava anche, pur se con minore frequenza, la commissione di mancato utilizzo (CMU), calcolata invece, sempre in un dato periodo di riferimento, sull'accordato al netto dell'utilizzato.

Erano pertanto emersi, in dottrina e giurisprudenza, alcuni dubbi in particolare con riguardo alla legittimità della CMS: la giurisprudenza di merito aveva in più occasioni dichiarato la nullità di tale commissione, per il fatto che la dicitura contrattuale (spesso limitata alla sola indicazione "commissione di massimo scoperto") non consentiva effettivamente al cliente di individuare e comprendere il sottostante meccanismo di calcolo.

Fra i motivi che hanno indotto il legislatore ad intervenire in materia, un ruolo primario è stato svolto dall'esigenza di favorire meccanismi di remunerazione più trasparenti rispetto alle CMS in vigore, e soprattutto tali da permettere alla clientela una previsione ragionevole sui costi totali del credito.

In tale prospettiva, la legge 2/2009 è intervenuta superando i dubbi sulla legittimità degli oneri di messa a disposizione fondi, anche sotto forma di CMS, e ponendo, tuttavia, una serie di limiti all'autonomia negoziale delle banche.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su conto corrente » cosa è la commissione di massimo scoperto (cms).

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.