Conto corrente cointestato a firma disgiunta - quando il prelievo si configura come appropriazione indebita [Commento 2]

  • Luigi Bianchi 6 febbraio 2015 at 18:17

    Avevo sempre ritenuto la cointestazione a firme disgiunte come una designazione di un ‘alter egò cui si dava la piena facoltà di agire. Avevo un conto titoli cointestato con mio zio; nel 1994, tre mesi prima del suo decesso, avevo trasferito tutto su altro conto: una sentenza del 1/2015 mi condanna alla restituzione agli eredi della metà del conto. La sentenza di cui sopra (2014 n.29019) ha valore anche sul mio operato del 1994?
    grazie

1 2

Torna all'articolo