Come evitare di ritrovarsi nella situazione di Salvatore

La tabella seguente  è utilissima per comprendere quali siano i rapporti interessati, e quando si verifica la condizione di dormienza.

.

tabella condizioni dormienza dei conti correnti

.

Bisogna poi sapere che, non appena il conto diventa dormiente le banche devono informarne i depositanti (con raccomandata A/R) allo scopo di permettere loro di risvegliarlo. Per i depositi a risparmio al portatore la comunicazione avviene mediante affissione presso le filiali dell'elenco dei depositi al portatore dormienti.

A questo punto, non resta che movimentare il conto o comunicare, entro 180 giorni, la volontà di voler proseguire il rapporto. Come illustrato dal grafico che segue.

Altrimenti la banca classifica come "dormiente estinto" il conto corrente o il libretto di risparmio in questione, dando il via alla procedura di espropriazione.

.

procedura-conti-dormienti

.

Ma ci si può fidare della solerzia delle banche nell'inviare la dovuta comunicazione A/R o nella affidabilità delle poste e dei postini incaricati nel consegnare la raccomandata A/R?

Direi proprio di no, senza contare il fatto che l'indirizzo di residenza associato al rapporto che cade "in sonno" potrebbe essere ormai datato.

Eppoi bisogna anche considerare che per i depositi di risparmio al portatore l'unico modo di venire a conoscenza della loro "prossima estinzione" è quello di leggere gli elenchi affissi nelle filiali dove è stato formalizzato il rapporto.

E allora? L'unica strada sicura è la movimentazione dei rapporti di deposito, almeno quelli di cui siamo a conoscenza.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su come evitare di ritrovarsi nella situazione di salvatore.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • ida 30 settembre 2011 at 16:27

    ho trovato dei libretti al portatore dei miei nonni: risalgono al 1950. Le banche mi hanno detto che non sono passati come "dormienti" in quanto sono al portatore. è ancora possibile fare qualcosa per riavere le somme?

    • dott.ssa Carla Benvenuto 30 settembre 2011 at 16:49

      Le ho risposto aggiornando l'articolo con una interrogazione parlamentare del senatore Lannutti. La legga e si faccia un'idea.

    1 65 66 67