Contattare il debitore sul luogo di lavoro configura una lesione della privacy

Se le telefonate si fanno troppo vicine e importunanti, può sporgere denuncia per molestie ai sensi dell'articolo 660 c.p.

Inoltre il fatto di telefonarLe sul luogo di lavoro, specie se telefonando comunicano a terzi la Sua posizione debitoria, può costituire l'estremo per un esposto al Garante della Privacy.

da hai domande sui debiti? at indebitati.it forum

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

19 settembre 2010 · Chiara Nicolai

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contattare il debitore sul luogo di lavoro configura una lesione della privacy.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • alessandro 1 novembre 2010 at 23:58

    Mi chiamo alessandro ed sono stato volontario in un'associazione di volontariato onlus senza percepire nessun rimborso e utili, in quanto vietato dalla legge.
    Facevo parte del consiglio direttivo dell'Associazione in qualità di vice/Presidente, anno 2008 abbiamo firmato come garanti in banca n.6 membri del direttivo , compreso il sottoscritto, per un prestito di euro 20000,00 presso una Banca locale. Nel 2009 il direttivo ha dato mandato al presidente , come da verbale firmato da n.6 firme, di procedere ad un prestito di euro 26000,00, presso un'altra banca di cui il presidente è impiegato, e sua moglie vice/direttore. La prima Banca abbiamo firmato il prestito di euro 20000,00 davanti al direttore, mentre il secondo prestito nessuna firma davanti al Direttore , è stato solo portato il verbale di assemblea con Approvazione. L'attuale Presidente si è dimesso, perchè è stato scoperto ad effettuare dei prelievi , e spese non autorizzate, sul conto corrente dove lui lavora come impiegato di Banca.
    La Banca ha mandato un raccomandata in quanto il conto corrente passivo di euro 26000,00 ed senza intestatario , in quanto il presidente dimesso.
    E' subentrato il nuovo presidente al conto corrente , e il vicedirettore ha proposto di sostituire i 26000,00
    euro , con un'altro prestito, da intestare a nuove persone, l'attuale verbale di assemblea decideva che rimanevano comunque garante il vecchio consiglio compreso con il dimissionario presidente, anche se subentravano altre persone.
    Nel 2008 il sottoscritto alessandro ho prestato all'associazione euro 6750,00, di cui è stato sottoscritto il verbale di assemblea che il consiglio di n.6 persone , mi restituivano i soldi entro 31/12/2009, con garanzie prestate i banca "1° prestito 20000,00, tutto ciò non è avvenuto, le persone attuali si sono dimesse nel 2010. La prima Banca ha mandato nel 2010 Luglio di rientrare con il debito di 20000,00 euro, ai vecchi dirigenti firmatari, compreso il sottoscritto. Ho citato le persone ad restituire i miei 6750,00 euro, ma nessuno non vuole restituire, in quano dicono che l'associazione attuale me li deve restituire.
    i nuovi dirigenti erano disposti ha restituire i soldi, ma sfortunatamente per un errore dell'asl, ha mandato dei rimborsi di euro 10000,00 euro sul conto corrente del vecchio consiglio di amministrazione, e non quello nuovo dei dirigenti attuali.
    L'associazione attualmente non ha soldi, ma tanti debiti con fornitori esterni , lasciati dalla vechia dirigenza,
    le entrate dell'associazione ora non consentono di estinguere i debiti delle banche e fornitori. Il nuovo Presidente si è offerto di riuscire solo ad estinguere i debiti dei fornitori circa 70000,00 euro.
    Un'altra sorpresa che è arrivata la 2° lettera della seconda Banca, di cui c'è un debito di euro 26000,00 da estinguere, tra il Presidente , il Vice/Presidente, e il tesoriere in quanto garanti. Sono rimasto stupito in quanto non ho mai firmato niente in Banca, ed infine per 4 volte ho mandato la raccomandata alla Banca per avere i documento dei garanti, ma la banca non ha mai risposto.
    Mi sono recato di persona in Banca, il nuovo direttore, il nuovo Vice/Direttore mi dicevano che L'impiegato di Banca EX presidente dell'Associazione onlus e sua moglie Vice/Direttore si sono trasferiti, e gli ho chiesto di farmi vedere i documenti dei garanti, ma ho notato che la firma non è mia, ho chiesto una copia ma poi , mi ha risposto il direttore, non è possibile perchè sono atti interni, posso darle i documnti dopo che mi estingue il debito, facendo un nuovo prestito. Nel pomeriggio mi telefona l'impiegato della Banca dicendomi di fare una richiesta scritta per i documenti, l'attuale richiesta è stata inoltrata, spero he mi inviano i documenti.
    1) chiedo devo pagare il debito in banca dei 20000,00 euro suddiviso tra i soci? oppure deve essere scalato dai soldi che devo avere? gli attuali soci non nè vogliono sapere, dicono donali all'associazione.
    2) la seconda Banca c'è una firma non mia, cosa devo fare???
    Scusate per gli errori grammaticali, spero di essere stato chiaro, attualmente ho la cessione del 5° su un debito decennale di euro 30000,00 "ratea di euro 282,31 al mese, su uno stipendio di circa euro 1400,00,
    ed unà appartamento di valore euro 135000,00, mutuo ipotecato su immobile, intestato al sottoscritto in separazione dei beni. A parte dal notaio abbiamo sottoscritto un documento a parte che l'appartamento è 50° per cento metà con mia moglie. L'attuale mutuo è di 30 anni con ratee di euro 600,00 circa, attualmente abbiamo pagato solo 5 anni di mutuo, i pagamnti sono regolari. Mi chiedo cosa succede con i prestiti effettuati con l'associazione, cosa possono pignorare? Dimenticavo ho un figlio di 4 anni.

    Distinti Saluti

    • cocco bill 2 novembre 2010 at 04:37

      Ciao Alessandro. Non rispondiamo per e-mail.

      Se vuole, può riproporre la domanda nella sezione "debiti e sovraindebitamento" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è ovviamente necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.