Quesito/istruzioni per il calcolo del taeg in chiave antiusura

Per evitare questo moltiplicarsi ingiustificato di spese il magistrato civile e/o penale [il soggetto che l'ordinamento individua come il controllore della correttezza delle operazioni creditizie (mancato superamento del tasso soglia)], vista la carenza normativa , dovrebbe indicare in via preventiva come, secondo lui, si dovrebbero effettuare i calcoli degli interessi (globali) nelle operazioni bancarie, dovrebbe cioè predisporre in anticipo le istruzioni (il “quesito”) che il c.t. dovrà poi seguire per effettuare il calcolo del taeg perché non può essere il c.t. ad interpretare le (scarse) norme sul calcolo degli interessi .

Nei casi di contenzioso sul conto corrente dovrebbe poi chiedere ex officio alla banca di ricalcolare i saldi delle varie operazioni ivi documentate , secondo le istruzioni (quesito) preventivamente comunicate agli interessati; istruzioni che, logicamente, dovrebbe prevedere l'eliminazione dei “solecismi” (anatocismo, interessi ultralegali, valute “uso piazza”, spese non dovute, ecc…) dai conti correnti bancari, affinché sia possibile l'esercizio del controllo sull'eventuale superamento del tasso soglia delle varie operazioni creditizie avvenute; controllo che, a mio avviso, il giudice dovrebbe (soprattutto) esercitare quando la banca fa istanza per il decreto ingiuntivo , anche se relativo alle rate di un mutuo stipulato per “consolidare” un saldo negativo di un conto corrente “viziato”.

A questo scopo la banca dovrebbe presentare al giudice un documento (a titolo di prova) in cui vengono indicati, in modo distinto, capitale (al netto dei “solecismi”), interessi (globali), spese connesse e termini,. iniziale e finale, delle operazioni suddivise per le categorie previste nella normativa antiusura (non un generico saldaconto !)

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca