Coniuge con debiti - c'è separazione dei beni ma la residenza resta in comune

Sposato in regime di comunione dei beni, qualche anno dopo ho fatto la separazione dei beni registrando l'atto e in seguito c'è stata una separazione di fatto dal coniuge, il quale trasferisce la residenza in altra località.

Nel 2008 il coniuge ha problemi abitativi, pertanto è ospitato e qualche tempo dopo per favorire il rilascio dei documenti d'identità e assistenza sanitaria concedo la residenza.

Nel frattempo un'agenzia di recupero credito, che in precedenza non trovava il coniuge debitore, riesce a trovarlo presso di me e chiede, giustamente, il credito vantato asserendo di voler procedere eventualmente a ingiunzione e successivi pignoramenti di beni mobili nel mio alloggio.

Perché devo rimetterci ancora una volta con i miei beni? Possono procedere a pignoramento di beni nonostante la separazione e cosa posso fare per evitare tale proceduta?

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su coniuge con debiti - c'è separazione dei beni ma la residenza resta in comune. Clicca qui.

Stai leggendo Coniuge con debiti - c'è separazione dei beni ma la residenza resta in comune Autore Genny Manfredi Articolo pubblicato il giorno 8 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 9 dicembre 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info