Comunione di un bene » Che cosa è

La comunione, in diritto, è una situazione per la quale la proprietà o un altro diritto reale spetta in comune a più persone. Quando il diritto in comunione è quello di proprietà, si parla anche di comproprietà. Nell'ordinamento giuridico italiano è regolata dagli articoli 1100 e seguenti del codice civile.

L'origine della comunione può essere di vario genere, ovvero:

  • volontaria (perché più persone acquistano insieme un bene; pensiamo a due amici che acquistano una barca);
  • incidentale (perché non dipendente dalla volontà dei soggetti, i quali divengono titolari di un diritto da condividere con altri; l'ipotesi principale è quella della comunione che sorge dall'accettazione di un'eredità);
  • forzosa (non dipendente dalla volontà dei soggetti e, in più, non soggetta a scioglimento; l'esempio tipico è il condominio, nel quale, alcune parti sono comuni e i singoli proprietari non possono rinunciare alla propria quota).

Di regola la comunione è pro-indiviso, ovvero ciascun comproprietario è titolare di una quota ideale del bene e non di una singola porzione dello stesso (comunione, questa ultima, detta pro-diviso).

I vari soggetti comproprietari sono titolari di quote ideali (ad esempio, il 40%, il 70%, ecc).

In mancanza di diversa disposizione, le quote dei soggetti si presumono uguali, anche con riguardo al diritto di godimento del bene.

Dunque, ciascun compartecipe può usufruire e godere del bene comune in ogni tempo secondo la regola dell'uso collettivo.

La facoltà di uso non è proporzionata alla quota, ma è completamente ampia come quella di chi sia unico titolare del diritto.

I contitolari si dicono, in genere, comunisti oppure, con riferimento al diritto che essi hanno in comune, comproprietari, cousufruttuari ecc.

Se i contitolari si accingono a una divisione si chiamano condividenti.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su comunione di un bene » che cosa è.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.