Compensazione fiscale - confermate le regole attualmente in vigore

Imprese e professionisti titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, nei confronti della Pubblica Amministrazione per somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni professionali, ai fini della compensazione, qualora la somma iscritta a ruolo sia inferiore o pari al credito vantato, dovranno accreditarsi presso la piattaforma informatica dedicata gestita dalla Ragioneria generale dello stato e ottenere la certificazione del credito, che dev’essere emessa dalla Pubblica Amministrazione entro 30 giorni dall'istanza.

Nella Gazzetta Ufficiale del 31 luglio è stato pubblicato, infatti, il decreto MEF che estende al 2015 le modalità di compensazione, stabilite per il 2014, delle cartelle esattoriali in favore di imprese e professionisti titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, nei confronti della Pubblica Amministrazione.

4 agosto 2015 · Paolo Rastelli

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su compensazione fiscale - confermate le regole attualmente in vigore. Clicca qui.

Stai leggendo Compensazione fiscale - confermate le regole attualmente in vigore Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 4 agosto 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2015 Classificato nella categoria compensazione della cartella esattoriale Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info