Sovraindebitamento conclamato - cosa fare

Stabilire le priorità è fondamentale: quei debiti che possono compromettere, non rimborsandoli, la propria storia creditizia hanno ovviamente la precedenza. Mi riferisco ai debiti bancari e finanziari. Poi ci sono le utenze indispensabili, come luce e gas, da ultimo le bollette del telefono e dei fornitori.Occorre fare un conto economico delle proprie entrate-uscite e in base a quello verificare le rate che si possono pagare. In moltissimi casi è possibile ottenere la rateizzazione del pregresso (in caso di utenze primarie è un diritto e non una concessione) e il rimodellamento della rata corrente. Molte banche e finanziarie offrono prodotti che prevedono già questa opzione in partenza. Scegliere quelle invece di farsi imbeccare dal negoziante/agenzia immobiliare che indirizzerà verso la finanziaria/banca che da loro le provvigioni più alte. Con i fornitori ordinari si può tranquillamente proporre saldi a stralcio, ossia pagamenti immediati ma con un forte sconto.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su sovraindebitamento conclamato - cosa fare. Clicca qui.

Stai leggendo Sovraindebitamento conclamato - cosa fare Autore Rosaria Proietti Articolo pubblicato il giorno 18 giugno 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 22 gennaio 2017 Classificato nella categoria attualità e riflessioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info