Detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie e bonus mobili

Detrazioni fiscali - Come mi rinnovo armadi a muro, cucina, elettrodomestici caldaia e condizionatori

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legge 63/2013, facciamo il punto sulle novità introdotte che prevedono, fra l'altro, per i contribuenti che fruiscono della detrazione per ristrutturazioni edilizie, la possibilità di detrarre dall'Irpef, sempre nella misura del 50%, anche le spese sostenute per l'acquisto di mobili ed [ ... leggi tutto » ]

I tempi per fruire delle agevolazioni

La detrazione spetta per le spese sostenute dal 6 giugno al 31 dicembre 2013. Per ottenere il bonus è necessario che la data dell'inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di [ ... leggi tutto » ]

Importo detraibile

La detrazione del 50%, da ripartire tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, deve essere calcolata sull'importo massimo di 10.000 euro (riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici). Questo limite riguarda la singola unità immobiliare, comprensiva delle pertinenze, o la [ ... leggi tutto » ]

Cosa si può comprare

E' possibile fruire delle detrazioni del 50% delle spese sostenute per l'acquisto di: mobili nuovi, come ad esempio letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini. divani, poltrone. credenze. materassi, apparecchi di illuminazione; elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), come rilevabile dall'etichetta [ ... leggi tutto » ]

Modalità di pagamento degli acquisti effettuati

Come per i lavori di ristrutturazione, per avere la detrazione sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici occorre effettuare i pagamenti con bonifici bancari o postali, sui quali va indicato: la causale del versamento (è quella attualmente utilizzata da banche e Poste Spa per i bonifici relativi ai [ ... leggi tutto » ]

Come si ottiene il bonus

La detrazione per l'acquisto dei beni si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Unico persone fisiche) I documenti da conservare: ricevuta del bonifico; ricevuta di avvenuta transazione (per i pagamenti con carta di credito o di debito); fatture di acquisto dei beni, [ ... leggi tutto » ]

Acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici - la circolare Agenzia entrate numero 29/E del 18/09/2013

L'articolo 16, comma 2, del decreto, nel quadro delle misure adottate per favorire la ripresa economica, prevede che Ai contribuenti che fruiscono della detrazione di cui al comma 1 è altresì riconosciuta una detrazione dall'imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, nella misura del 50 per cento delle [ ... leggi tutto » ]

Soggetti che possono beneficiare della detrazione

I soggetti che possono avvalersi del beneficio fiscale sono individuati indirettamente dal comma 2, mediante riconoscimento della detrazione "Ai contribuenti che fruiscono della detrazione di cui al comma 1", ossia ai contribuenti che, come chiarito al precedente paragrafo 2 di questa circolare, fruiscono della detrazione per interventi di recupero [ ... leggi tutto » ]

Interventi edilizi che costituiscono il presupposto per la detrazione

Il comma 2 richiede, tuttavia, anche altri requisiti, in quanto i contribuenti in questione devono sostenere ulteriori spese documentate", rispetto a quelle sostenute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, per "l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La finalizzazione, che conferma [ ... leggi tutto » ]

Avvio degli interventi di ristrutturazione

Il comma 2 dell'articolo 16 del decreto, a differenza dell'analoga agevolazione operante nel 2009, non individua espressamente la data a decorrere dalla quale devono essere iniziati gli interventi di ristrutturazione, né quella a decorrere dalla quale devono essere sostenute le spese per detti interventi. A tal fine, occorre considerare [ ... leggi tutto » ]

Beni agevolabili

La detrazione in esame compete per le spese sostenute dal 6 giugno al 31 dicembre 2013 per l'acquisto di: mobili; grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica. La legge di conversione del [ ... leggi tutto » ]

Ammontare della spesa detraibile

L'articolo 16, comma 2, secondo periodo, del decreto precisa che La detrazione di cui al presente comma, da ripartire tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro. L'importo massimo di euro 10.000 su cui calcolare [ ... leggi tutto » ]

Adempimenti per fruire delle detrazioni fiscali

Il beneficio fiscale in esame è ancorato a quello per il recupero del patrimonio edilizio. Ciò comporta che il contribuente, per avvalersi del nuovo beneficio fiscale, deve fruire della detrazione per il recupero del patrimonio edilizio rispettando i presupposti e gli adempimenti previsti dall'articolo 16-bis del TUIR, dal regolamento [ ... leggi tutto » ]