Come funzionerà il prossimo condono delle cartelle esattoriali [Commento 3]

  • Franco Simonetti 21 ottobre 2016 at 19:26

    In arrivo una nuova partecipata pubblica che sarà battezzata con una sigla burocratica

    “Si sceglie un meccanismo diverso non soltanto nella forma azionaria, societaria, ma anche nel metodo”, ha anticipato il premier ai microfoni di Rtl. Ma in attesa di leggere il decreto, ancora fantasma a sei giorni dal cdm che in teoria l'ha approvato, quello che emerge dalle bozze somiglia molto al “cambio di nome solo propagandistico“, a fini elettorali in vista del referendum costituzionale, evocato qualche giorno fa da Giulio Tremonti. Equitalia sembra infatti destinata a risorgere dalle proprie ceneri sotto forma di una nuova partecipata pubblica, probabilmente al 100% delle Entrate mentre oggi è controllata al 51% dall'Agenzia e al 49% dall'Inps. Solo con un'etichetta diversa, che secondo Repubblica potrebbe essere “una sigla burocratica tipo Drae, dipartimento riscossione dell'Agenzie delle Entrate”, “facile da scordare” e quindi perfetta per assicurare “un dolce oblio“. Con questo maquillage si cancella con un colpo di penna un nome odiato da molti contribuenti ma non si pone il problema dell'inquadramento dei quasi 8mila dipendenti, che hanno un contratto di lavoro di diritto privato equiparato a quello del comparto bancario, con stipendi più alti rispetto a quelli dei funzionari delle Entrate, e sono stati assunti senza concorso, per cui non possono essere fatti entrare automaticamente nei ranghi della pubblica amministrazione.

1 2 3 4 5

Torna all'articolo