La procedura di pignoramento del conto corrente

La situazione sembra in effetti alquanto compromessa: limitandosi al problema dell'apertura di un conto corrente in Italia, potrebbe avere qualche difficoltà ma alla fine dovrebbe riuscire a trovare una banca disposta ad aprirle il conto - magari provi con quelle più piccole - si scordi fin d'ora però carnet d'assegni, bancomat e quant'altro.

E' comunque possibile anche aprire un conto all'estero, ma se il Suo problema è solo quello di riscuotere eventuali compensi, glielo sconsiglio.. come Le sconsiglio di tenere su questo conto più dello stretto indispensabile, in quanto visti i debiti è sicuramente a rischio di pignoramento anche del conto corrente.

Il conto corrente pignorato, anche se vi fosse zero disponibilità, o anche un saldo passivo, diventa inutilizzabile. Un eventuale bonifico posteriore al pignoramento tornerebbe al mittente.

Se quindi questo ipotetico conto corrente fosse oggetto di pignoramento, non le resterebbe che aprirne un altro... e poi vediamo chi si stanca prima, se Lei o il creditore (con buona probabilità per quest'ultimo, che ogni volta, per il pignoramento del conto corrente, deve spendere per le necessarie procedure esecutive).

31 maggio 2011 · Simone di Saintjust

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la procedura di pignoramento del conto corrente.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.