Come evitare il contenzioso tributario

Per evitare il contenzioso tributario e sottrarsi a lunghi e costosi giudizi, esistono diversi strumenti deflativi, tra i quali l'acquiescenza, l'accertamento con adesione, la conciliazione giudiziale.

Tra le più recenti modifiche normative, si segnala l'abolizione, dal 6 luglio 2011, dell'obbligo di presentare idonee garanzie in caso di pagamento a rate degli importi, superiori a 50.000 euro, dovuti a seguito di:

  1.  accertamento con adesione
  2. acquiescenza all'accertamento
  3. conciliazione giudiziale

Con la legge di stabilità 2011 (legge numero 220 del 13 dicembre 2010), è stata invece modificata la misura delle sanzioni ridotte dovute in caso di:

  •  acquiescenza
  •  accertamento con adesione
  •  definizione agevolata delle sanzioni
  •  adesione agli inviti al contraddittorio e ai processi verbali di constatazione
  •  conciliazione giudiziale.

Briciole di pane - navigare a ritroso nelle sezioni

debiti origine conseguenze tutele
origine dei debiti
fisco tributi e contributi
contenzioso tributario ricorso transazione fiscale e accordo per debiti tributari (legge 3/2012)
come evitare il contenzioso tributario

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su come evitare il contenzioso tributario. Clicca qui.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altri contenuti suggeriti da Google

Struttura del sito ed altre info