Cumulo tra cessione e pignoramento - Cessione seguita da pignoramento

Qualora un lavoratore abbia effettuato una cessione dello stipendio, i successivi pignoramenti sono consentiti solo per la differenza tra la metà dello stipendio e la quota già ceduta dal lavoratore. Esempio: se lo stipendio è pari a 100 e vi è stata una cessione pari a 20 (1/5), il pignoramento potrà essere eseguito non oltre la differenza tra la metà dello stipendio (50) e la quota ceduta (20), ossia non oltre 30, ma sempre fermi i limiti della norma e pertanto si potrà arrivare a 30 solo nel caso di crediti alimentari ovvero nel caso di concorso tra crediti alimentari e crediti di altra natura.

Liberamente tratto da un articolo di Michele Ianiri - Confartigianato Ravenna

Riferimenti normativi legge 180/1950 ed in particolare l'articolo 60 commi primo e secondo.

16 giugno 2011 · Rosaria Proietti

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cumulo tra cessione e pignoramento - cessione seguita da pignoramento.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.