Il CMOR viene addebitato al cliente nella bolletta emessa dal nuovo fornitore di energia elettrica e corrisposto al precedente

Il CMOR viene addebitato al cliente nella bolletta emessa dal nuovo fornitore di energia elettrica e corrisposto al precedente, qualora il cliente risulti moroso nei confronti di quest'ultimo.

Attenzione, dunque, deve essere ben chiaro che la libertà di poter esercitare il diritto a cambiare fornitore di energia elettrica non si traduce necessariamente nella "sanatoria" del debito accumulato con il precedente fornitore. Presto o tardi il cliente moroso, che crede di poter "mandare in cavalleria" il proprio debito passando da un fornitore all'altro, sarà chiamato a saldare il conto, se non vuole trovarsi obbligato a cenare sempre a lume di candela, anche in situazioni non propriamente romantiche ...

Infatti, per il fornitore di energia elettrica uscente, il sistema indennitario CMOR è divenuto lo strumento di tutela classico per quelle situazioni di inadempimento del cliente finale (morosità) rispetto alle quali il ricorso agli ordinari strumenti di tutela del credito risulta impossibile: sia perché, una volta sospesa la fornitura, il vecchio fornitore non ha più alcun deterrente verso il cliente finale, sia qualora gli importi del credito maturato siano di entità tale da rendere non economico il ricorso alle ordinarie azioni di recupero del credito.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il cmor viene addebitato al cliente nella bolletta emessa dal nuovo fornitore di energia elettrica e corrisposto al precedente.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.