Sui ciclomotori in due anche a 16 anni: Tutte le novità del Cds

1. Circolazione stradale: Ok a guida ciclomotori anche per gli under 16 » Tutte le nuove disposizioni del Codice della strada
2. Ok dal ministero dell'interno alla circolazione sui ciclomotori in due anche per gli under 16
3. Le altre modifiche interessanti al Codice della strada approvate dal ministero dell'interno

Circolazione stradale: Ok a guida ciclomotori anche per gli under 16 » Tutte le nuove disposizioni del Codice della strada

Cambiano le disposizioni del codice della strada: anche gli under 16 possono circolare in due sui ciclomotori in due: il focus sulle novità del codice della strada.

Il Ministero dell'Interno con la circolare numero 300/A/5718/15/149/2015/03 del 13 agosto 2015 ha annunciato alcune variazioni che interessano automobilisti e scooteristi italiani.

Infatti, sono stati modificati alcuni articoli del codice stradale, a decorrere dal 18 agosto 2015.

Tra le news più interessanti, quella che permette agli under 16 di circolare in due sui ciclomotori.

Facciamo il punto della situazione.

Ok dal ministero dell'interno alla circolazione sui ciclomotori in due anche per gli under 16

Il ministero dell'interno con una circolare annuncia l'ok per la circolazione sui ciclomotori per i ragazzi con uguale o superiore ai 16 anni.

Da oggi anche sedicenni e diciassettenni potranno andare in due sui ciclomotori senza incorrere nel pericolo di una multa.

La svolta, come accennato, è stata prodotta dalle modifiche al Codice della strada.

Il divieto di circolazione resterà in vigore solo per i quattordici-quindicenni, in caso di ciclomotori non idonei al trasporto di due persone.

Per i quattordicenni che trasportano un passeggero sul motorino, infatti, restano le pesanti sanzioni previste dall'articolo 170 c.d.s, ovvero il fermo amministrativo del ciclomotore per sessanta giorni oltre ad 81 euro di multa.

E sono guai anche in caso di trasporto del passeggero su un mezzo non omologato per la circolazione in compagnia.

Quando si tratta di violazioni commesse da persone minorenni assoggettato alla sanzione amministrativa però resta il genitore o la persona che era tenuta alla sorveglianza, conclude la circolare.

La nuova disposizione auspica una maturità nuova rispetto al passato.

Per fortuna, trapela dal Ministero, non siamo più nell'epoca in cui l'adolescente che non truccava i ciclomotori per avere il brivido la velocità non viveva, o nell'epoca in cui c'erano 1500 morti all'anno sulle due ruote.

Oggi, infatti c'è una patente AM che fa fare una prova teorica e pratica.



Le altre modifiche interessanti al Codice della strada approvate dal ministero dell'interno

Approvate altre novità importante per quanto riguarda il Codice della Strada: facciamo il riepilogo della situazione.

Ma le novità al Codice della strada non sono finite.

Cambiano le regole per le patenti speciali per disabilità: con la patente B per disabili sarà possibile trainare rimorchi senza limiti di peso (attualmente il tetto è di 750 kg) anche se il totale del complesso veicolare (auo e rimorchio) non potrà superare i 3500 kg.

Se invece si vogliono trainare pesi maggiori resta l'obbligo di conseguire il corrispondente titolo abilitativo.

Eliminato, inoltre, il richiamo della residenza necessaria ai fini del rilascio di una patente di guida o di una delle abilitazioni professionali.

Per residenza normale si intende il luogo in cui una persona dimora abitualmente, vale a dire per almeno 185 giorni all'anno.

In materia di campo visivo arriveranno nuove previsioni di dettaglio mentre dovrà essere resa operativa la piattaforma per lo scambio Ue di informazioni sulle patenti.

Per gli esaminatori di scuola guida servirà infine sempre la patente corrispondente con introduzione di un percorso formativo ad hoc per regolarizzare tutte le posizioni. Più significative dal punto di vista operativo, specifica la nota del Viminale, sono le modifiche introdotte agli articoli 115 e 170 del codice stradale.

31 agosto 2015 · Giovanni Napoletano

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

multe per violazioni al Codice della strada - informazione e prevenzione, sentenze e ordinanze della Corte di cassazione in tema di violazioni al Cds sanzioni amministrative e sinistri stradali

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su sui ciclomotori in due anche a 16 anni: tutte le novità del cds. Clicca qui.

Stai leggendo Sui ciclomotori in due anche a 16 anni: Tutte le novità del Cds Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 31 agosto 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria multe per violazioni al Codice della strada - informazione e prevenzione Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca