Ciao, Lillo ...

lillo
Ciao Lillo, ieri soffrivo sapendoti soffrire: ma tu, invece, già non c'eri più! Ti ricordo ancora con quel paio di occhiali tondi e rossi, risa e giochi di tempi spensierati, forse.

Chissà se mi avrai mai perdonato per quella volta che ti maltrattai senza motivo: un gesto che mi tormenta ancora ... Torneremo a giocare insieme, lì in quella pineta sul mare che fu per me l'ultimo luogo di quiete prima di conoscere, per la prima volta, lo strazio del vuoto lasciato da chi hai voluto bene.

2 gennaio 2013 · Simone di Saintjust

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.