Altre informazioni essenziali sul prestito personale concesso tramite cessione del quinto

Vediamo altre piccole, ma essenziali, informazioni sul prestito personale concesso tramite cessione del quinto.

Da notare attentamente che la cessione del quinto è disponibile anche per i dipendenti e i pensionati INPDAP e INPS

Tutti i dipendenti statali, i pensionati e i loro familiari hanno la possibilità di accedere a dei prestiti INPDAP, anche tramite cessione del quinto, a condizioni agevolate accedendo direttamente ad un fondo gestito dall'INPS. A tal proposito occorre precisare che dal 2011 l'INPS ha inglobato totalmente l'INPDAP occupandosi della gestione diretta di tutti questi servizi, comprese le risorse messe a disposizioni per i prestiti.

Per richiedere la cessione del quinto INPDAP/INPS occorre essere iscritti alla Gestione Unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali, il Fondo attraverso il quale l'INPDAP provvede ad erogare i prestiti, aver maturato almeno 4 anni di contributi e non aver superato l'età anagrafica dei 65 anni. Il prestito viene erogato in tempi ristretti e l'importo è in genere restituito in 60 o 120 rate detratte direttamente dalla busta paga o dalla pensione. Anche in questo caso l'importo della rata non supera mai la misura del 20 per cento, pari ad un quinto, dello stipendio o della pensione percepita.

Comunque, come per i normali prestiti, anche nel caso della cessione del quinto sono previste delle regole per tutelare la trasparenza del prodotto

Per verificare che norme e procedure applicate alla cessione del quinto di stipendio e pensione siano conformi alle disposizioni normative è possibile consultare quanto definito dalla Direttiva 2008/48/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2008, relativa ai contratti di credito ai consumatori e che abroga la direttiva 87/102/CEE.

La maggior tutela dei diritti dei consumatori, l'armonizzazione delle disposizioni nazionali e la maggiore trasparenza dei termini contrattuali rappresentano le principali finalità della Direttiva.

Tutte le informazioni relative al costo del credito dovranno quindi essere fornite in formato standard e in modo trasparente, riportando le seguenti indicazioni:

  • la durata del contratto di credito
  • l'importo totale del credito
  • i tassi d'interesse applicati
  • tasso annuo effettivo globale (TAEG) e l'importo totale dovuto dal consumatore
  • l'importo, il numero e la frequenza dei pagamenti
  • le spese legate al contratto o da esso derivanti
  • le conseguenze del ritardato pagamento e della mancata esecuzione

1 luglio 2016 · Gennaro Andele

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su altre informazioni essenziali sul prestito personale concesso tramite cessione del quinto.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.