L'invio del preavviso di segnalazione di iscrizione in centrale rischi con posta ordinaria non rende necessariamente illegittima la segnalazione

Il Collegio di Napoli dell'Arbitro Bancario Finanziario, invece, considera la funzione assegnata al preavviso di segnalazione in una Centrale Rischi. Secondo la linea di pensiero sviluppata da questo secondo Collegio, la necessità, prevista dalla normativa in vigore, di avvisare il debitore circa l'imminente segnalazione, in anticipo rispetto al momento di inoltro della segnalazione nei sistemi di informazioni creditizie, assolve alla funzione precipua di consentirgli la possibilità di eliminare il presupposto della segnalazione, adempiendo immediatamente al proprio debito, o contestando la fondatezza della pretesa. Sicché, quando il ricorrente lamenti esclusivamente di non aver ricevuto un preavviso formale, quasi lasciando intendere che gli avvisi spediti dall'intermediario non siano stati considerati a lui opponibili, non perché non ricevuti, ma per un mero difetto di forma, ed in definitiva non assuma né la scorrettezza sostanziale della segnalazione, né che se avesse avuto contezza della imminenza di una segnalazione egli avrebbe potuto evitarla mediante estinzione delle obbligazioni sin lì rimaste inadempiute, allora il danno da illegittima segnalazione rimane irrisarcibile perché la condotta omessa, si rivela in concreto inessenziale alla produzione dell'evento dannoso.

Il Collegio di Napoli è così pervenuto a decidere che il mancato rispetto delle procedure formali relative alla prova dell'adempimento degli obblighi di preavviso non rende necessariamente illegittima la susseguente segnalazione, laddove sussistano convincenti ragioni per ritenere che comunque il cliente debitore non avrebbe potuto validamente contestare la correttezza sostanziale della stessa e non sarebbe stato in grado di sanare la propria inadempienza.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su l'invio del preavviso di segnalazione di iscrizione in centrale rischi con posta ordinaria non rende necessariamente illegittima la segnalazione. Clicca qui.

Stai leggendo L'invio del preavviso di segnalazione di iscrizione in centrale rischi con posta ordinaria non rende necessariamente illegittima la segnalazione Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 16 giugno 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria decisioni Arbitro Bancario Finanziario adottate dal Collegio di Coordinamento Inserito nella sezione cattivi pagatori e centrali rischi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca