Chi consulta le centrali rischi e quando?

Le banche e le finanziarie, ogni volta che ricevono una richiesta di apertura di un credito o di un conto corrente o di un finanziamento, consultano le Centrali Rischi per conoscere la storia creditizia della persona che si è rivolta a loro. In base alla capacità finanziaria della persona, al suo livello di indebitamento ed alle sue precedenti esperienze di buono o cattivo pagatore che trovano iscritte nelle Centrali Rischi gli istituti finanziari decidono, di loro autonoma iniziativa, se concedere il finanziamento o meno e a quali condizioni concederlo. E ogni volta che consultano la banca dati lasciano la registrazione del motivo per cui lo fanno, indicando le generalità di chi ha chiesto il finanziamento, il tipo di finanziamento richiesto e, infine, l'avvenuta concessione o il rifiuto di esso.

Oltre alle Centrali Rischi gli istituti finanziari consultano anche altre fonti di informazione di tipo pubblico, quali elenchi dei protesti, registri dei tribunali, dati catastali, etc. per avere un quadro completo della situazione finanziaria del richiedente il credito.

Sulla base di tutte queste informazioni gli istituti finanziari decidono se concedere o meno il finanziamento. Le Centrali Rischi, infatti forniscono le informazioni ma non danno un loro giudizio sulla solvibilità della persona.

Quando la richiesta di credito non è accolta, l'istituto finanziario comunica all'interessato se nell'istruttoriaha consultato dati personali e creditizi di tipo negativo in uno o più SIC, indicandogli quali.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su chi consulta le centrali rischi e quando?. Clicca qui.

Stai leggendo Chi consulta le centrali rischi e quando? Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 28 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria credito al consumo e tutela cattivo pagatore Inserito nella sezione cattivi pagatori e centrali rischi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info