Cosa fanno le associazioni dei consumatori per tutelare i cittadini da questa raccolta di informazioni nelle Centrali Rischi?

Le Associazioni dei consumatori sono state in prima linea nel lavoro di stesura del Codice di deontologia emanato dal Garante per la privacy, in considerazione della delicatezza delle informazioni che vengono trattate dai SIC.

Lo stesso Codice attribuisce alle Associazioni dei consumatori un ruolo di controllo sulle procedure adottate, sulla liceità e correttezza del trattamento dei dati, verificando l'esattezza e completezza dei dati riferiti ad un congruo numero di richieste/rapporti di credito, estratti a campione. Il controllo è eseguito da un organismo di cui fa parte anche un rappresentante delle associazioni dei consumatori designato dal Consiglio nazionale dei consumatori ed utenti. Il verbale di questi controlli è trasmesso al Garante.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cosa fanno le associazioni dei consumatori per tutelare i cittadini da questa raccolta di informazioni nelle centrali rischi?.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.