Cattivi pagatori credito al consumo e tutela del consumatore

Cattivi pagatori credito al consumo e tutela del consumatore - domande e risposte (parte prima)

Che cosa è il credito al consumo? Il credito al consumo è una forma di credito destinata esclusivamente ai consumatori, cioè alle famiglie e alle  persone fisiche che richiedono un finanziamento per fini che nulla hanno a che vedere con un’attività imprenditoriale o professionale. Le principali tipologie di finanziamento [ ... leggi tutto » ]

Cosa sono le banche dati dei cattivi pagatori e come funzionano?

I sistemi di informazioni creditizie (Sic) raccolgono informazioni sui contratti di finanziamento che gli istituti finanziari stipulano con i propri clienti. Gli istituti finanziari contribuiscono volontariamente ai Sic, trasmettendo ad essi, ogni mese, tutte le informazioni sulle richieste di finanziamento e sulle vicende che si verificano nel corso della [ ... leggi tutto » ]

Perchè gli istituti finanziari hanno bisogno di consultare i dati contenuti nei SIC?

Il motivo è semplice. Gli istituti finanziari verificano l’affidabilità creditizia del signor Rossi e il suo livello di indebitamento prima di decidere se concedergli o meno il finanziamento richiesto ed, eventualmente, le condizioni da applicare. Una corretta conoscenza della situazione creditizia rappresenta un vantaggio anche per il signor Rossi [ ... leggi tutto » ]

Quali dati sono registrati nei SIC?

Le informazioni memorizzate nei Sic possono essere, in generale, classificate in due distinte categorie: le informazioni di tipo anagrafico necessarie per l’identificazione del soggetto quali: nome, cognome, indirizzo, data e luogo di nascita, codice fiscale; e le in informazioni relative alle richieste o ai rapporti di credito instaurati e [ ... leggi tutto » ]

Quali dati vengono conservati e quanto a lungo?

In base al tipo di rapporto di credito si registrano tempi di conservazione diversi. 6 mesi (1 mese in caso di rifiuto o rinuncia al finanziamento)dalla richiesta; le morosità di due rate (o mesi) poi sanate sono visibili per12 mesi dalla data di regolarizzazione; le morosità superiori a due [ ... leggi tutto » ]

E' possibile sapere come i propri dati vengono utilizzati?

Quando il signor Rossi chiede un finanziamento, l’istituto finanziario gli deve sottoporre il modulo di informativa standard, nel quale è chiaramente specificato che i dati positivi che lo riguardano saranno registrati nei Sic solamente se avrà firmato il relativo consenso, mentre le informazioni negative circa eventuali ritardi o inadempimenti [ ... leggi tutto » ]

Come è possibile sapere se si è censiti nei SIC e ricevere il proprio resoconto creditizio?

Nel modello di informativa vi è l’elenco dei diritti del signor Rossi e le modalità per esercitarli. Ai sensi dell'articolo 7 e seguenti del D. Lgs. 196/2003, infatti, egli ha il diritto di “interrogare” i Sic per ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati che lo riguardano. Ciò [ ... leggi tutto » ]

E se i dati non fossero corretti?

In base alle disposizioni di legge (articolo 7 comma 3 del citato decreto legislativo numero 196/2003), se dovesse risultare che i dati del signor Rossi fossero errati o non aggiornati, egli ha il diritto di ottenerne, rispettivamente, la modifica, l’aggiornamento, l’integrazione e la cancellazione del dato errato. La relativa [ ... leggi tutto » ]

Esiste un codice deontologico di regolamentazione dei SIC?

L'Autorità per la tutela della privacy ha predisposto, in collaborazione con ABI (Associazione Bancaria Italiana), Assofin (Associazione Italiana del Credito al Consumo e Immobiliare), Assilea (Associazione Italiana Leasing), alcune Associazioni dei Consumatori e i Sic di CRIF, Experian e CTC, un “Codice di deontologia e di buona condotta per [ ... leggi tutto » ]