Attualità e riflessioni

Le confessioni di un tifoso triste » cavani e la cartella di equitalia

Gennaro Andele - 10 luglio 2013

Cavani e la cartella di equitalia » Le confessioni di un tifoso triste Mi chiamo Gennaro Andele, e sono napoletano, una condizione, che a seconda delle vicissitudini, nella vita, può tornare a volte utile, molte altre, meno. Anch'io, faccio parte, ahimé, della generazione debito. Sono uno dei protagonisti delle cronache: un bamboccione, un precario e una vittima di Equitalia. Vivo sempre più grazie ai prestiti. Mi indebito per affittare un appartamento, per comprare la moto o il computer, ma anche per, forse con un pizzico di testardaggine, comprare con fedeltà l'annuale abbonamento allo stadio e alla pay tv, per vedere ...

La cultura del benessere è illusione del futile e del provvisorio e conduce alla globalizzazione dell'indifferenza

Simone di Saintjust - 8 luglio 2013

Chi è il responsabile del sangue di questi fratelli e sorelle? Nessuno. Tutti noi rispondiamo così: non sono io, io non c'entro, saranno altri, non certo io. Oggi nessuno si sente responsabile di questo; abbiamo perso il senso della responsabilità fraterna; siamo caduti nell'atteggiamento ipocrita del sacerdote e del servitore dell'altare, di cui parla Gesù nella parabola del buon samaritano: guardiamo il fratello mezzo morto sul ciglio della strada, forse pensiamo ‘poverinò, e continuiamo per la nostra strada, non è compito nostro; e con questo ci sentiamo a posto. La cultura del benessere, che ci porta a pensare a noi ...

Gli esattori delle tasse » la santa inquisizione dei nostri giorni

Stefano Iambrenghi - 18 giugno 2013

Gli esattori delle tasse ovvero La santa inquisizione dei nostri giorni » Facciamo chiarezza Può capitare di aver dimenticato la rata, o perso la bolletta o essere al verde, o addirittura, tutte e tre le cose insieme. Periodo nero, si sa, a causa della crisi, con le ormai, normali, problematiche relative alla precarietà, si dirà. Ma a ben vedere, le conseguenze non son più soltanto di ordine materiale. Sta accadendo qualcosa di molto più grave ed, a tratti, anche parecchio inquietante. La trasformazione del debitore in un peccatore, un colpevole che, se non può pagare, deve scontare una pena. Tecniche ...

Diritto ad oblio » aggiornamenti online - cassazione e garante privacy

Patrizio Oliva - 26 aprile 2013

Diritto ad oblio » Aggiornamenti online - Generalità Il diritto all'oblio, indica una particolare forma di garanzia che prevede la non diffondibilità di precedenti pregiudizievoli, per tali intendendosi propriamente i precedenti giudiziari di una persona. In base a questo principio, ad esempio, non è legittimo diffondere dati circa condanne ricevute o comunque altri dati sensibili di analogo argomento, salvo che si tratti di casi particolari ricollegabili a fatti di cronaca. Per salvaguardare l'attuale identità sociale di una persona occorre garantire la contestualizzazione e l'aggiornamento della notizia di cronaca attraverso il collegamento con altre informazioni successivamente pubblicate, fino ad arrivare alla ...

Un uomo superfluo

Annapaola Ferri - 8 aprile 2013

Si chiama Karl Lagerfeld questo "macchietta" di umano intento, nel modo di porsi e di vestire, in una vana sfida all'impietosa legge dell'età, con meno chances di quelle che avrebbe la mela newtoniana di staccarsi dall'albero e svolazzare nei cieli come l'uccellino di Twitter. In tempi di crisi feroce, quali quelli che noi attraversiamo, dove non c'è giorno che trascorra senza lasciare un doloroso tributo di tragedie consumate nella solitudine e nella disperazione della povertà, quest'omuncolo  si diverte ad offenderci, cantando le lodi della frivolezza e del superfluo. Natalia Aspesi che lo intervista per Repubblica.it scrive di un un'iconissima, anche ...

Usa e getta - consumismo ed obsolescenza pianificata

Simone di Saintjust - 7 marzo 2013

Lo schermo del mio iPad si è rotto e al megastore della Apple di Covent Garden mi hanno risposto che la riparazione non è nella loro politica aziendale. Però mi avrebbero dato un nuovo iPad a metà prezzo. Ho obiettato che il mio iPad ha solo tre anni e che non avevo alcuna intenzione di spendere per averne uno nuovo quando il mio funziona benissimo. Mi hanno guardato come fossi una marziana: “Un prodotto di tre anni è obsoleto. Le consiglio di cambiarlo prima che si rompa”. Invece ho trovato un negozietto dove un indiano con 25 pounds (meno di ...

I difetti degli italiani raccontati da alberto sordi

Ornella De Bellis - 24 febbraio 2013

Pillole di saggezza da un'intervista inedita (doveva uscire su Fortune) e postuma (risale al 1989) in cui Alberto Sordi racconta, a modo suo, i difetti degli italiani. Ci bombardano di pubblicità televisiva, che io la vieterei, e tutti a consumà Sembra che famo a gara a chi magna de più, ci bombardano di pubblicità televisiva, che io la vieterei, e tutti a consumà, vedi ’ste trattorie piene di culoni che magnano…Ma che te magni? Io magno un supplì e me basta. No, dice, siccome tu sei ricco di supplì ne magni dieci. Ah, sì? Allora guarda, io sò ricco davero, ...

Ciao, lillo ...

Simone di Saintjust - 2 gennaio 2013

Ciao Lillo, ieri soffrivo sapendoti soffrire: ma tu, invece, già non c'eri più! Ti ricordo ancora con quel paio di occhiali tondi e rossi, risa e giochi di tempi spensierati, forse. Chissà se mi avrai mai perdonato per quella volta che ti maltrattai senza motivo: un gesto che mi tormenta ancora ... Torneremo a giocare insieme, lì in quella pineta sul mare che fu per me l'ultimo luogo di quiete prima di conoscere, per la prima volta, lo strazio del vuoto lasciato da chi hai voluto bene. ...

Ci siamo abituati ad essere ricchi

Annapaola Ferri - 10 settembre 2012

Ci siamo abituati a essere ricchi. Non solo, ci siamo abituati - senza davvero rendercene conto - a essere felici solo quando possiamo spendere la nostra ricchezza, piccola o grande che sia. L'illusione è quindi di stare bene solo quando si compra qualcosa di nuovo, che sia un vestito o una gita fuori porta, un happy hour o un iPhone. E forse le cose stanno anche peggio di così. Ormai proviamo felicità solo quando scegliamo, e quando abbiamo comprato ormai non ci interessa più quello che stringiamo tra le mani. Oltre che falso e ingannevole questo modello di vita non ...

Dal debito di stato alla moneta di stato

Patrizio Oliva - 9 settembre 2012

Bruxelles  vuole le chiavi delle tesorerie nazionali dei 17 paesi dell'Eurozona: dicono che è l'unico modo per salvare l'Euro. Il trattato MES è già stato firmato. Se i parlamentari nazionali lo ratificano, sarà la fine delle nostre democrazie sovrane. Vogliamo questo? C'è un'alternativa? Per chi conosce come funziona il sistema monetario, la soluzione logica ai problemi di oggi è estremamente semplice. Una riforma bancaria. In televisione, almeno nei Paesi Bassi, l'argomento è ancora tabù, ma se interessa sapere come funziona, si può trovare qui una spiegazione. (E se già si sa tutto, si può passare direttamente al punto 2o dell'indice ...

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità o per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

cerca