Atti impoesattivi - avviso di accertamento immediatamente esecutivo e ingiunzione fiscale

Debiti di natura tributaria - dall'accertamento al pignoramento

Annapaola Ferri - 7 ottobre 2015

In generale, per debiti di natura tributaria (laddove il creditore è l'Agenzia delle entrate o il Comune) esiste una prima fase di attività in cui l'ufficio preposto alla riscossione accerta l'insufficiente o omesso pagamento del tributo stesso. Viene quindi notificato al debitore un atto di accertamento che giustifica e motiva ...

Mediazione tributaria e reclamo: sussiste l'obbligo per tutti gli atti impositivi » sono comprese le controversie con equitalia

Andrea Ricciardi - 3 luglio 2015

La mediazione tributaria ed il reclamo saranno obbligatori per tutti gli atti impositivi, anche per le controversie con Equitalia, al fine di ridurre i contenziosi con il Fisco. A parere del Governo, sono troppe le controversie avviate contro il fisco (agenzia delle entrate, concessionari della riscossione, ecc.), pertanto, i contribuenti ...

Obbligo di reclamo e mediazione tributaria per tutte le controversie non superiori ai 20 mila euro - indipendentemente dall'ente impositore (inclusi gli enti locali)

Giorgio Valli - 27 giugno 2015

Nell'ambito delle deleghe fiscali conferite al governo dalla legge 23/14, sono stati approvati, con il decreto 83/15, alcuni provvedimenti in materia di contenzioso tributario e di strumenti deflativi, in particolare per quel che attiene il reclamo, la mediazione tributaria e la conciliazione. L'intervento normativo si muove prevalentemente lungo le seguenti ...

Provvedimenti fiscali - rateazione con agenzia delle entrate e riduzione aggio per equitalia

Giorgio Valli - 27 giugno 2015

Nell'ambito delle deleghe fiscali conferite al governo dalla legge 23/14, sono stati approvati, con il decreto 83/15, numerosi ed importanti provvedimenti in materia di accertamento con adesione, accertamento esecutivo, rateazione ed aggio per il concessionario della riscossione. Rateazione con l'Agenzia delle entrate Per quanto attiene i piani di rientro rateali ...

Ingiunzione fiscale - impariamo a conoscerla

Ludmilla Karadzic - 25 luglio 2014

Molti comuni, in passato, hanno già utilizzato l'ingiunzione fiscale per la riscossione delle proprie entrate. A far data dal 31 dicembre 2013 i comuni sono liberi di decidere di non affidarsi ad Equitalia per la riscossione dei propri tributi e delle sanzioni amministrative (multe), ed operare direttamente o tramite società ...

Ingiunzione fiscale » di cosa si tratta?

Giorgio Valli - 1 aprile 2014

Ingiunzioni fiscale: arriva la rottamazione. Infatti, come spiegato in altri articolo, la proroga della sanatoria delle cartelle esattoriali varrà solo per questo aspetto. Ma, prima di tutto, che cosa significa ingiunzione fiscale? Facciamo un pò di chiarezza nel prosieguo dell'articolo. L'emendamento al disegno di legge Zanda sugli enti locali, in ...

Avviso di accertamento immediatamente esecutivo - un atto impoesattivo

Rosaria Proietti - 12 febbraio 2012

Un avviso di accertamento immediatamente esecutivo (Articolo 29 decreto legge numero 78/2010 modificato da decreto legge numero 70/2011) accelera il procedimento di riscossione coattiva delle imposte, quali: imposte sul reddito; imposta regionale sulle attività produttive; imposta sul valore aggiunto; riferite a periodi di imposta successivi al 2006 (e dunque, a ...

Avviso di accertamento, avviso di addebito, cartella esattoriale e ingiunzione fiscale - differenze

Rosaria Proietti - 4 dicembre 2011

L'avviso di accertamento immediatamente esecutivo, l'avviso di addebito, la cartella esattoriale e l'ingiunzione fiscale sono gli strumenti definiti nel tempo dal legislatore per la riscossione coattiva di crediti erariali e contributivi, tributi locali e sanzioni amministrative. Passeremo in rassegna questi atti esecutivi, tristemente famosi al cittadino, cercando di coglierne differenze ...

Schemi di accertamento esecutivo

Rosaria Proietti - 22 ottobre 2011

Un avviso di accertamento immediatamente esecutivo, infatti, acquisisce la valenza di titolo esecutivo decorsi inutilmente i termini per proporre ricorso (sessanta giorni dalla notifica) e contiene l'esplicita intimazione ad adempiere all'obbligo di pagamento degli importi indicati, entro il medesimo termine. Trascorsi ulteriori 30 giorni, le somme vengono affidate all'agente della riscossione per l'esecuzione forzata. Questi incasserà un aggio del 9% ed in caso di ritardato pagamento. L'aggio sarà calcolato anche sugli ulteriori interessi giornalieri e su quelli di mora. ...

Contenuti suggeriti da Google

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti