Canone rai e cartelle esattoriali per televisore che condividevo da studente

Come molti, da studente ho condiviso un appartamento e dopo qualche anno (precisamente dopo aver spostato la residenza nell'appartamento in questione), ho iniziato a ricevere i bollettini del canone di abbonamento RAI.

All'epoca ho ritenuto di non dover pagare, perché non ero intestatario del contratto di affitto, né proprietario dell'apparecchio.

Ora, vivendo ora da solo (e dopo nuovo cambio di residenza) ho pagato il canone come nuovo abbonato.

Tuttavia, alla precedente residenza è arrivato un avviso bonario per il 2011 (e non ricordo se era arrivato anche per gli anni precedenti). Le mie domande:

1)Il canone di abbonamento RAI è legato in qualche modo alla residenza?

2)Come posso verificare la mia posizione? Leggo che questi bollettini per nuovi abbonamenti e relativi avvisi bonari sono spesso inviati dalla RAI in modo casuale. Dunque non so dire se sia stato effettivamente avviato un recupero coattivo.

3)In caso di cartelle esattoriali, potrei impugnarle per i motivi qui sopra?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su canone rai e cartelle esattoriali per televisore che condividevo da studente.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • beppe666 13 novembre 2013 at 17:43

    I l fatto è che io non ho ricevuto nulla e non vivo in una grande città e facendo i turni i mezzi pubblici non passano negli orari consoni ai miei orari se mi bloccano il veicolo cosa faccio vado in bici mi faccio 40 km al giorno penso che Equitalia potrebbe valutare la mia condizione ?

    • Ludmilla Karadzic 13 novembre 2013 at 18:25

      Di solito, i funzionari ed i dirigenti di Equitalia possono valutare solo condizioni che derivano da risultanze documentali. Comunque, nel caso in cui disponessero un fermo amministrativo può sempre provare a rappresentare la sua condizione.

      Ma sarebbe meglio, con un approccio proattivo, vendere adesso il veicolo, che le serve per andare al lavoro, ad un amico o parente.

    1 2 3