La normativa di riferimento per le cartelle esattoriali notificate via PEC

Esaminiamo la normativa di riferimento per le cartelle esattoriali notificate via PEC.

Il decreto legislativo 159/2015, recante Misure per la semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione, ha modificato l'art. 26 del D.P.R. n. 602/1973 prevedendo, espressamente, all'art. 14, l'obbligo di procedere alla notifica a mezzo PEC qualora destinatari degli atti di riscossione Equitalia siano professionisti ed imprese individuali o società.

Solo con decorrenza 1°giugno 2016 però, viene data attuazione alle disposizioni contenute nel D.Lgs. 159/2015, tale differimento è stato necessario, al fine di assicurare agli enti (Camere di Commercio ed albi professionali) i tempi tecnici di adeguamento.

Di conseguenza, a partire da oggi Equitalia dovrà notificare le cartelle esattoriali alle categorie sopracitate, mediante invio di posta elettronica certificata all'indirizzo risultante dall'indice nazionale INI-PEC.

L'invio telematico resterà, invece, opzionale per i contribuenti persone fisiche che non abbiano richiesto in modo espresso la notifica a mezzo Pec e che quindi continueranno a ricevere le cartelle esattoriali in forma cartacea tramite posta o con notifica a mano.

In questi casi, la notifica via PEC sarà, pertanto, consentita solo in seguito ad esplicita richiesta da parte del privato cittadino ed a condizione che l'indirizzo di posta elettronica certificata sia stato dichiarato al momento della sottoscrizione della richiesta stessa o comunicato successivamente ad Equitalia.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la normativa di riferimento per le cartelle esattoriali notificate via pec.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.