L'Iva sull'aggio di riscossione della cartella esattoriale deve corrisponderla il debitore o Equitalia?

A questa domanda ha risposto il Ministero all'Economia e delle Finanze, grazie ad un'interrogazione presentata dal Movimento 5 Stelle in commissione finanze, chiarendo che l'IVA è sempre a carico dell'ente creditore, che paga rispettivamente il 5,11% e l'1,76%.

Infatti, chiarisce il Ministero, al momento del riversamento all'ente creditore, l'agente della riscossione trattiene il proprio compenso ed emette fattura nei confronti dell'ente medesimo, con addebito dell'Iva relativa all'aggio complessivamente spettante.

L'aggio spettante alla società che gestisce la riscossione è, pertanto, pari al 9,76% delle somme riscosse: ovvero l'8% fissato dalla legge aumentato del 22% a titolo di IVA.

In definitiva, comunque, l'IVA non incide mai sul contribuente.

Come chiarito dall'Agenzia delle entrate, però, il regime di esenzione continua ad applicarsi invece ai corrispettivi percepiti per le operazioni di pagamento, per i quali il contribuente può rivolgersi a una banca, a Equitalia o ad altro soggetto autorizzato.

E' bene, dunque, fare particolare attenzione alle cartelle esattoriali che si ricevono, controllando se l'aggio corrisponde effettivamente l'8% o ad una somma superiore.

Se l'aggio, infatti, risultasse superiore al limite predetto, è possibile che vi sia stata aggiunta l'IVA che, invece, non va onorata.

In questi casi, allora, sarà possibile ricorrere al giudice tributario.

13 dicembre 2014 · Paolo Rastelli

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su l'iva sull'aggio di riscossione della cartella esattoriale deve corrisponderla il debitore o equitalia?.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.