Cosa cambia per le cartelle esattoriali dal 1 luglio 2017

Sulle cartelle esattoriali che verranno notificate ai contribuenti dal 1° luglio 2017 non apparirà più il nome e il logo di Equitalia S.p.A. ma quello di Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Come accennato, con la chiusura di Equitalia, dal prossimo 1° luglio 2017 le raccomandate a.r. che conterranno le cartelle esattoriali non recheranno più il nome, il logo e i colori del vecchio Agente della riscossione.

In sostituzione, troveranno posto i segni distintivi di un nuovo soggetto che si chiamerà Agenzia delle Entrate-Riscossione.

La novità coinvolgerà anche chi, per legge, riceve le cartelle esattoriali solo tramite posta elettronica certificata (Pec): ditte, società, professionisti.

Costoro riceveranno una mail non più da Equitalia, ma da Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Occhio quindi a non scambiare il contenuto per spam.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cosa cambia per le cartelle esattoriali dal 1 luglio 2017. Clicca qui.

Stai leggendo Cosa cambia per le cartelle esattoriali dal 1 luglio 2017 Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 30 novembre 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 8 febbraio 2017 Classificato nella categoria informazioni varie sul mondo delle cartelle esattoriali Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info