Cartelle esattoriali originate da multe che non sono state mai notificate al trasgressore o al coobbligato

Presumo che lei sia la stessa persona che si è già rivolta al Messaggero di Roma. Avevo annotato la sua domanda, perchè mi sembrava meritevole di attenzione ed avevo intenzione di dedicare un articolo all'argomento.

Lei, in quella circostanza, scrive:

In data 22/11/2011 ho ricevuto una cartella di Equitalia relativa ad una multa del 6 dicembre 2006 che non mi era mai stata notificata. Naturalmente, per poter verificare che la procedura allora seguita fosse stata corretta, sono andata alla sede di Via Ostiense ed ho fatto la richiesta di accesso agli atti ma, per l'evasione di tale procedura, occorreranno 30 giorni!

In breve: per fare ricorso al Giudice di Pace (€ 38) per mancata notifica ho tempo 30 giorni, ma, per conoscere se ho ragione di farlo ho sempre 30 giorni di tempo! Non vi sembra che ciò possa costituire una violazione del diritto di difesa così come stabilito dall'articolo 24 della Costituzione?

A beneficio anche degli altri lettori, è necessario innanzitutto introdurre quelli che sono i rimedi esperibili ad oggi, nel momento in cui si riceve una cartella esattoriale originata da multe.

Alla luce della giurisprudenza consolidata e tenuto conto dell'entrata in vigore del decreto legge 150/2011 - che ha abrogato gli articoli 22, 22 bis e 23 della legge  24 novembre 1981, numero 689 (ma non l'articolo 27) - possiamo così riassumere i rimedi esperibili da chi riceve la notifica di una cartella esattoriale o un avviso di mora per riscuotere sanzioni amministrative pecuniarie (fra cui anche le multe per violazione al codice della strada) sono:

1. l'opposizione all'esecuzione ex articolo 615 codice di procedura civile;
2. l'opposizione agli atti esecutivi ex articolo 617 codice di procedura civile

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cartelle esattoriali originate da multe che non sono state mai notificate al trasgressore o al coobbligato.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.