La notifica della cartella esattoriale » Procedura vizi ed errori nel perfezionamento: il riepilogo

Tutto ciò che devi conoscere sulla notifica della cartella esattoriale: le varie procedure, il perfezionamento, ed eventuali vizi che la rendono nulla.

Come noto, notificare, significa portare a conoscenza del cittadino/contribuente la sua posizione debitoria e l'obbligo di provvedere al pagamento entro un termine. In caso della cartella esattoriale la decorrenza è di 60 giorni.

La cartella esattoriale, in generale, può essere notificata dagli ufficiali della riscossione o altri soggetti incaricati dal concessionario, dai messi comunali o dagli agenti della polizia municipale se vi sono apposite convenzioni con i Comuni, oppure tramite il servizio postale, in busta chiusa spedita per raccomandata a/r.

Normalmente la notifica avviene presso il domicilio fiscale del contribuente (casa di abitazione, ufficio, azienda) e viene certificata con la cosiddetta relata di notifica, ovvero la dichiarazione con cui il messo notificatore attesta la data, l'ora e luogo di consegna dell'atto nelle mani del destinatario o di soggetti terzi autorizzati e identificati, nonché le ricerche effettuate e le motivazioni dell'eventuale mancata consegna.

In caso di invio tramite posta la relata di notifica viene scritta prima dell'invio ed è completata dalla ricevuta di ritorno sottoscritta e datata. In caso di incertezza fa fede il timbro apposto sull'avviso dall'ufficio postale che lo restituisce.

Da notare bene che la ricevuta di ritorno costituisce in questo caso la principale prova dell'avvenuta notifica e l'eventuale mancata compilazione della relata di notifica NON costituisce irregolarità tale da rendere la stessa nulla, poiché la relata non è un requisito essenziale nelle notifiche a mezzo posta.

In questo senso si è anche espressa, più volte, la Corte di Cassazione. Secondo altri orientamenti, pur potendo dirsi nulla la notifica priva della compilazione della relata, la nullità viene sanata dal ricorso secondo il principio del raggiungimento dello scopo e quindi la notifica è valida e non certo inesistente.

La relata di notifica è un atto pubblico che fa fede fino a querela di falso. Non è perciò opponibile nè contestabile se non con una querela penale.

Bisogna poi verificare se vi sono errori relativi alla persona del destinatario oppure vizi inerenti alla notifica.

La notifica della cartella esattoriale, infatti, deve essere effettuata entro un termine di decadenza differente a seconda dell'oggetto del ruolo.

In mancanza del rispetto di tale termine, la cartella si deve considerare non dovuta poiché l'agente della riscossione Equitalia è decaduto dalla relativa pretesa.

La notifica, come accennato, può essere effettuata solo da determinati soggetti indicati per legge:

  • gli ufficiali della riscossione o altri soggetti abilitati dall'Agente della Riscossione;
  • i messi notificatori nominati temporaneamente dall'Agente della Riscossione;
  • i messi comunali previa convenzione tra Agente della Riscossione e Comune;
  • gli agenti della polizia municipale previa convenzione tra Agente della riscossione e comune;
  • l'Agente della Riscossione direttamente, senza intervento di altro soggetto oppure tramite il servizio postale con raccomandata a.r.

A tal fine, va detto, che è nulla la notifica effettuata con un servizio di poste private.

Qualora il contribuente riscontri delle vere e proprie disfunzioni, irregolarità, scorrettezze, prassi amministrative anomale o irragionevoli o qualsiasi altro comportamento suscettibile di pregiudicare il rapporto di fiducia tra cittadini e l'amministrazione finanziaria, può anche rivolgersi al Garante del contribuente, inviando un'istanza in carta libera.

Vediamo, ora, procedure e vizi nel dettaglio.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la notifica della cartella esattoriale » procedura vizi ed errori nel perfezionamento: il riepilogo.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.