Impugnabile la comunicazione di iscrizione a ruolo spedita per posta

Identificazione degli atti impugnabili in sede di accertamento e processo tributario

Con la pronuncia numero 14373 del 15 giugno 2010, la Suprema Corte afferma che è possibile impugnare la comunicazione di iscrizione a ruolo delle somme dovute, spedita al contribuente debitore a mezzo del servizio postale. I giudici stabiliscono così un principio importante in materia di accertamento e contenzioso tributario, [ ... leggi tutto » ]

Impugnabilità della comunicazione di iscrizione a ruolo spedita a mezzo posta - La vicenda

Un contribuente impugna l’atto con il quale il proprio Comune gli richiedeva il pagamento di una somma a titolo di Tarsu, avendo in realtà già provveduto al pagamento di tale tributo. Contestualmente viene impugnata la relativa delibera della Giunta dell'Ente locale, il ruolo e la comunicazione di iscrizione a [ ... leggi tutto » ]

La pronuncia della Cassazione sull'impugnabilità della comunicazione di iscrizione a ruolo

I giudici della Suprema Corte, adita avverso la decisione dei giudici di merito, hanno accolto il ricorso del contribuente, ribaltando di fatto il giudizio espresso sia in primo che in secondo grado. Secondo la Corte, l’atto qualificato come “comunicazione di iscrizione a ruolo” spedito a mezzo posta ordinaria e [ ... leggi tutto » ]