Occhio ai termini per il ricorso avverso la cartella esattoriale

Si deve fare attenzione ai termini entro i quali si presenta istanza di autotutela, poiché la stessa non sospende i termini utili per ricorrere all'Autorità Competente (a seconda dei casi Commissione Tributaria, Giudice di Pace, Tribunale).  Pertanto:

  • se l'ente creditore, dopo la verifica della documentazione esibita  riconosce subito l'errore ed annulla la cartella esattoriale,  il contribuente deve solo accertarsi che l'ufficio comunichi lo sgravio all'agente della riscossione.
  • se l'ente creditore non riconosce l'errore, o non lo fa subito, il debitore può  ricorrere all'autorità giudiziaria competente attraverso un formale ricorso, che deve essere rigorosamente presentato entro i termini previsti dalla legge.

L'annullamento può essere effettuato anche in pendenza di giudizio e anche se sono scaduti i termini per il ricorso del contribuente e questo è stato respinto per motivi formali (inammissibilità,  improcedibilità, ecc.).

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su occhio ai termini per il ricorso avverso la cartella esattoriale. Clicca qui.

Stai leggendo Occhio ai termini per il ricorso avverso la cartella esattoriale Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 25 febbraio 2009 Ultima modifica effettuata il giorno 12 dicembre 2016 Classificato nella categoria informazioni generiche sul ricorso avverso la cartella esattoriale Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 6 7 8

Contenuti suggeriti da Google

Altre info