Termine di decorrenza per l'indicazione del responsabile del procedimento nelle cartelle di pagamento La Cassazione conferma

L'indicazione del responsabile del procedimento nelle cartelle di pagamento è obbligatoria solo per gli atti successivi al 1° giugno 2008. Lo ha stabilito la Corte di cassazione con l'ordinanza 14791/2012 accogliendo il ricorso di Equitalia Spa contro una sentenza della Commissione regionale della Puglia che, invece, aveva annullato una cartella di pagamento emessa con riferimento a ruoli precedenti il 1° giugno 2008 per via della mancata indicazione del funzionario di riferimento.

La Suprema corte, rifacendosi a un proprio precedente a Sezioni unite (11722/2012), ha chiarito che: “l'indicazione del responsabile del procedimento negli atti dell'Amministrazione finanziaria non è richiesta dall'articolo 7 della legge 27 luglio 2000 numero 212 (statuto del contribuente), a pena di nullità, in quanto tale sanzione è stata introdotta per le sole cartelle di pagamento dall'articolo 36, comma 4ter, del Dl 31 dicembre 2007, numero 248, applicabile soltanto alle cartelle riferite ai ruoli consegnati agli agenti della riscossione a decorrere dal 1° giugno 2008”.

Per porre una domanda sui vizi di nullità delle cartelle esattoriali, sulle cartelle esattoriali in genere  e sugli argomenti correlati clicca qui.

13 agosto 2013 · Paolo Rastelli

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su termine di decorrenza per l'indicazione del responsabile del procedimento nelle cartelle di pagamento la cassazione conferma .

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Annapaola Ferri 1 ottobre 2012 at 09:32

    La Cassazione conferma che una cartella esattoriale priva dell'indicazione del responsabile del procedimento è legittima se relativa a ruoli consegnati all'agente della riscossione fino al 31 maggio 2008

    Con Ordinanza 4 settembre 2012, n. 14791, la Corte di Cassazione ha chiarito che la sanzione della nullità per la mancata indicazione del responsabile del procedimento negli atti dell'Amministrazione finanziaria riguarda esclusivamente le cartelle relative a ruoli consegnati all'agente della riscossione successivamente al 1° giugno 2008.

    Tale interpretazione è condivisa sia dall'Agenzia delle Entrate (Circolare n. 16/2008) che dalle Sezioni Unite, che con Sentenza 11722/2010 avevano precisato che deve “escludersi che, anteriormente all'emanazione della disposizione impugnata [articolo 36, comma 4 ter, D.L. n. 248/2007 n.d.r.] alla mancata indicazione del responsabile del procedimento conseguisse la nullità della cartella di pagamento”.

1 4 5 6