È illegittima l'iscrizione ipotecaria eseguita da equitalia se la misura cautelare non è preceduta dalla consegna di una nuova intimazione ad adempiere

È illegittima l'iscrizione ipotecaria eseguita dall'agente della riscossione se, una volta trascorso un anno dalla notifica della cartella di pagamento, la misura cautelare non è preceduta dalla consegna di una nuova intimazione ad adempiere. A stabilirlo la CTR della Puglia con la sentenza numero 7/9/12.

Il ricorrente ha eccepito che l'iscrizione ipotecaria non era stata preceduta dalla notifica di alcuna intimazione di pagamento mentre la disposizione (articolo 50, comma 2, del Dpr 602/73) stabilisce che nei casi in cui l'espropriazione non sia iniziata entro un anno dalla notifica della cartella di pagamento, sia necessaria la notifica di una nuova intimazione ad adempiere l'obbligo risultante dal ruolo.

Equitalia ha ritenuto che non fosse necessaria la notifica di un'intimazione prima di procedere all'iscrizione ipotecaria in quanto la norma fa esclusivo riferimento alla "espropriazione" non iniziata entro un anno dalla notifica della cartella. E quindi, secondo Equitalia, la sopraggiunta inefficacia dell'originaria intimazione, contenuta nella cartella di pagamento, risultava ostativa soltanto all'avvio della procedura espropriativa, non anche all'iscrizione ipotecaria che ha "natura esclusivamente cautelare".

Per la CTR Puglia, invece, l'ipoteca pur rappresentando una misura cautelare conservativa, è «strumentale all'espropriazione».

Pertanto, se l'intimazione ad adempiere contenuta nella cartella di pagamento con il passare di un anno perde efficacia ai fini dell'espropriazione forzata, lo stesso effetto si produce ai fini dell'iscrizione ipotecaria. Così occorre procedere alla notifica di una nuova intimazione di pagamento, come stabilisce l'articolo 50, comma 2, del Dpr 602/73.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità o per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su È illegittima l'iscrizione ipotecaria eseguita da equitalia se la misura cautelare non è preceduta dalla consegna di una nuova intimazione ad adempiere. Clicca qui.

Stai leggendo È illegittima l'iscrizione ipotecaria eseguita da equitalia se la misura cautelare non è preceduta dalla consegna di una nuova intimazione ad adempiere Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 23 gennaio 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria iscrizione di ipoteca del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca