Mancato pagamento cartelle esattoriali – cosa è l'intimazione al pagamento o avviso di mora

Gli avvisi di intimazione (o "avvisi di mora") vengono inviati dall'Agente della Riscossione dopo che sia decorso un anno dalla notifica della cartella.

In mancanza, l'Agente della Riscossione non potrebbe - decorso il detto anno - attivare le procedure esecutive.

L'avviso di intimazione contiene:

  • le generalità del destinatario dell'atto;
  • il riferimento della cartella di pagamento;
  • la descrizione dei tributi e degli oneri accessori dovuti dal cittadino.

Dalla data di notifica dell'avviso di intimazione, il cittadino ha a disposizione 5 giorni di tempo per effettuare il pagamento di quanto dovuto. Trascorsi 5 giorni, l'Agente della Risossione potrebbe legittimamente agire in via esecutiva.

L‘avviso di intimazione perde efficacia trascorsi 180 giorni dalla data di notifica.

Contro l'avviso di intimazione è possibile presentare ricorso all'Autorità giudiziaria competente (Commissione tributaria provinciale, Giudice di Pace o Tribunale, a seconda della tipologia del credito), analogamente a quanto previsto per le cartelle esattoriali.

Per porre una domanda sulla notifica, il pagamento e la dilazione della cartella esattoriale; sul pignoramento esattoriale, il fermo amministrativo e l'iscrizione ipotecaria; sull'intimazione di pagamento, l'avviso di mora e su qualsiasi argomento correlato all'articolo, clicca qui.

4 agosto 2010 · Antonella Pedone

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mancato pagamento cartelle esattoriali – cosa è l'intimazione al pagamento o avviso di mora.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.