Riscossione coattiva - il movimento per la difesa del cittadino contro l'utilizzo indiscriminato di ipoteche e "ganasce"

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Il coordinamento regionale campano del  Movimento per la difesa del Cittadino (MDC) e il Dipartimento Nazionale Pubblica Amministrazione dell'associazione lanciano la campagna contro le "Iscrizioni di Ipoteche ed i Fermi Amministrativi" effettuati da Equitalia per la esazione dei tributi nei confronti degli immobili e delle autovetture e dei motocicli degli utenti. Lo rende noto un comunicato.

Il Dipartimento MDC ha infatti avviato numerose cause presso gli uffici giudiziari della Campania contro la procedura di ipoteca e di fermo amministrativo a garanzia dei crediti iscritti a ruolo tramite il concessionario per la esazione dei tributi. In pratica, secondo l'associaizone dei consumatori, "l'utente non può soggiacere a tempo indeterminato all'azione di riscossione del concessionario.

In questi casi, dovranno essere restituite tutte le somme e gli interessi - continua il comunicato - che spesso illegittimamente il concessionario ha richiesto e riscosso e a cui non sia seguito il relativo e consequenziale pignoramento.

"L'iniziativa interessa centinaia di migliaia di utenti che sono stati raggiunti dal provvedimento iscritto sui loro beni immobiliari, senza che sia seguito nel termine indicato dalla legge la procedura di espropriazione - ha dichiarato Eugenio Diffidenti, Coordinatore Regionale di MDC. I contribuenti "potranno instaurare il giudizio per ottenerne l'ordine di cancellazione. L'iniziativa riguarda anche tutti i procedimenti di Fermo Amministrativo che non possono gravare su autovetture e motocicli del cittadino a tempo indeterminato, ma devono seguire, nei tempi previsti dalla normativa le successive fasi per ottenere la soddisfazione del credito".

27 gennaio 2009 · Paolo Rastelli

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca