Cartelle esattoriali - riduzione sanzioni in assenza di avviso bonario

Cartella esattoriale per omesso versamento tributi – diritto a riduzione sanzioni se manca avviso bonario

Il contribuente ha diritto alla riduzione delle sanzioni se non ha ricevuto l'avviso bonario prima della cartella.

In caso di cartelle emesse per omesso o irregolare versamento dei tributi ai sensi degli articoli 36 bis e 36 ter del DPR numero 600/1973, l'Agenzia delle Entrate non è tenuta ad inviare preventivamente un avviso bonario.

In proposito la Corte di Cassazione ha affermato che la cartella di pagamento notificata da Equitalia e non preceduta da regolare “avviso bonario” da parte dell'Ufficio delle Entrate non è nulla in quanto l’articolo 17 del Decreto Legislativo numero 472/97 non prevede l'obbligo di inviare l'avviso bonario.

Tale obbligo non è previsto neppure dagli articoli 36 bis e 36 ter del DPR numero 600/1973, né dall'articolo 6, comma 2, della Legge numero 212/2000

Il contribuente, tuttavia, ha diritto alla riduzione delle sanzioni ai sensi dell'articolo 2 del Decreto Legislativo numero 462/97, in misura pari a 1/3 se si tratta di violazioni ex articolo 36-bis, o a 2/3 se si tratta violazioni ex articolo 36-ter del DPR numero 600/73, ove si proceda al pagamento entro 30 giorni (Corte di Cassazione, ordinanza numero 22035 del 28 ottobre 2010).

Analoga soluzione era stata assunta dalla Cassazione con la sentenza del 23 luglio 2010, numero 17396; nella situazione considerata da questa sentenza, tuttavia, la cartella notiziava il contribuente che, in caso di eventuale assenza di un precedente avviso bonario, la riduzione delle sanzioni sarebbe stata comunque accolta ove rappresentata entro 30 giorni dalla notifica della cartella.

Resta da chiarire, in tale situazione, a carico di chi debbano rimanere gli aggi dovuti al concessionario.

In tema di imposte sui redditi è legittima la cartella di pagamento che non sia preceduta dalla comunicazione dell'esito della liquidazione

Così si è espressa la Corte di Cassazione con la sentenza numero 1091 del 17 gennaio 2013, sancendo che in tema di imposte sui redditi è legittima la cartella di pagamento che non sia preceduta dalla comunicazione dell'esito della liquidazione, prevista dal comma 3 dell'articolo 36 bis del dpr 29.9.1973 numero 600 sia perchè tale comunicazione, avendo la funzione di evitare, al contribuente la reiterazione di errori o di consentirgli la regolarizzazione di aspetti formali è un adempimento rivolto esclusivamente ad orientare il comportamento futuro dell'interessato ed esula, quindi, dall'ambito dell'esercizio del diritto di difesa e di contraddittorio nei confronti dall'emittenda cartella di pagamento (Cass. numero 26361/2010; Cass. numero 8342/2011; Cass. numero 8342/2012).

25 novembre 2010 · Antonella Pedone

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita e briciole di pane

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cartelle esattoriali - riduzione sanzioni in assenza di avviso bonario. Clicca qui.

Stai leggendo Cartelle esattoriali - Riduzione sanzioni In assenza di avviso bonario Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 25 novembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 14 gennaio 2017 Classificato nella categoria contenzioso e impugnazione di cartelle esattoriali originate da omesso o insufficiente pagamento di tributi e contributi Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti