Cartella esattoriale: Che fare se equitalia rifiuta la dilazione? » Un esempio pratico

Vediamo ora come e quando equitalia può rifiutare la dilazione di una cartella esattoriale.

Facciamo un esempio pratico: si ha un debito con Equitalia di 60.000 mila euro.

Dopo aver presentato richiesta di dilazione, l'agente per la riscossione ha comunicato, con una lettera, che la rateazione non può essere accolta, convocando negli uffici per avere ulteriori chiarimenti.

Come comportarsi in questi casi?

Partiamo dal presupposto che non ci siano ulteriori pendenze derivanti da altre rateazioni in corso non rispettate. Nel nostro caso, il debitore è alla sua prima richiesta di dilazione.

Pertanto, il rifiuto da parte di Equitalia alla rateizzazione della cartella esattoriale, potrebbe giustificarsi per il fatto che il debito in questione è di importo superiore a 50 mila euro e il contribuente non ha ancora documentato la situazione di grave difficoltà economica.

Infatti, come spiegato nel precedente paragrafo, o l'interessato accede alla rateazione automatica a semplice richiesta, purché il debito non superi 50 mila euro, oppure, in tutti gli altri casi, è necessaria la presentazione di una documentazione di grave difficoltà economica.

Dunque, le soluzioni da adottare sono due:

  1. o il contribuente paga immediatamente un importo pari a 10.000 euro, in modo da riportare il debito complessivo sotto la soglia dei 50.000 euro ed accedere alla rateazione automatica
  2. oppure, il debitore interessato presenta la documentazione di difficoltà economica agli sportelli dell'ufficio di Equitalia.

Comunque, il consiglio che possiamo dare in questi casi è di presentarsi sempre agli uffici dell'agente della riscossione, per poi scegliere con gli operatori la strada più semplice da seguire.

29 ottobre 2013 · Giuseppe Pennuto

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cartella esattoriale: che fare se equitalia rifiuta la dilazione? » un esempio pratico.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.