Carta di credito revolving

Prevede i medesimi servizi della carta a saldo, ma ha la caratteristica di “contenere” un affidamento, cioè funziona grazie ad un prestito al titolare della card. In altre parole, questa carta gli offre la possibilità di spendere del denaro indipendentemente dai fondi disponibili sul conto corrente e di ripagare ratealmente il debito che si crea.

Nel corso del mese il cliente può scegliere la rata di rimborso che preferisce pagare, purché superiore ad una rata minima (normalmente, intorno al 5% dell'esposizione debitoria).

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su carta di credito revolving. Clicca qui.

Stai leggendo Carta di credito revolving Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 22 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 4 marzo 2017 Classificato nella categoria carte di credito di debito (bancomat) e carte revolving Inserito nella sezione contratti di prestito - microcredito usura e sovraindebitamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info