La normativa sui pagamenti in contanti per i canoni di locazione

Come noto, a decorrere dal 6 dicembre 2011, l'articolo 49, comma 1, decreto legislativo numero 231/2007 dispone che non è possibile effettuare pagamenti tra soggetti diversi in un'unica soluzione in contante di importo pari o superiore ad euro mille.

Tali trasferimenti vanno eseguiti tramite intermediari abilitati (banche, Poste, ecc.).

La limitazione, così come previsto dal citato articolo 49, riguarda complessivamente il valore oggetto di trasferimento e l'applicazione anche alle operazioni frazionate, ossia a quei pagamenti inferiori al limite che appaiono artificiosamente frazionati.

Il frazionamento in più importi inferiori al limite è ammesso qualora sia previsto dalla prassi commerciale o da accordi contrattuali.

Una particolare attenzione va posta con riferimento al pagamento di utili / dividendi nelle società ovvero per i pagamenti degli stipendi a rate (Informativa SEAC 19.11.2013, numero 285).

Si rammenta che:

  • alla violazione della limitazione in esame è applicabile la sanzione ex articolo 58, decreto legislativo numero
    231/2007, dall'1% al 40% della somma trasferita, con un minimo di € 3.000. Il trasgressore può definire la violazione con l'istituto dell'oblazione ex articolo 16, Legge numero 689/91 con il pagamento di una somma in misura ridotta pari ad un terzo del massimo o, se più favorevole e qualora sia stabilito il minimo della sanzione edittale, pari al doppio del minimo, entro 60 giorni dalla notifica della violazione;
  • i soggetti interessati al rispetto degli obblighi antiriciclaggio (ad esempio, dottore commercialista, società di servizi in campo tributario) devono comunicare, entro 30 giorni, alla competente Ragioneria territoriale dello Stato (RTS) le infrazioni circa l'uso del contante
    delle quali hanno avuto cognizione.

Non è prevista l'oblazione a favore dei citati soggetti in caso di mancata comunicazione alla competente RTS.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la normativa sui pagamenti in contanti per i canoni di locazione. Clicca qui.

Stai leggendo La normativa sui pagamenti in contanti per i canoni di locazione Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 22 maggio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria contratti di locazione - affitti in nero e sanzioni per il locatore - sfratti e diritto alla casa - morosità incolpevole . Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info