Le reazioni delle associazioni dei consumatori dopo la variazione temporale del canone

Nello stesso tempo da parte di tutte le associazioni consumatori viene segnalato come in accordo alla legge, gli utenti che non vogliono accettare la variazione proposta possono ottenere la disdetta del contratto in modo totalmente gratuito, a patto che la tariffa sia stata concordata in presenza in contemporanea all'acquisto di uno smartphone.

Non è escluso che nel corso delle prossime settimane le associazioni dei consumatori rivolgano una interrogazione al Garante, in quanto queste variazioni impediscono di fatto agli utenti di poter comparare tra loro le tariffe delle varie compagnie.

La risposta da parte degli utenti potrebbe essere anche quella di rimodulare al ribasso i propri abbonamenti, contando quindi su minori minuti, SMS o GB di internet, ed in questo caso le compagnie si troverebbero di nuovo a fare i conti con un calo di introiti, che sembra ormai non recuperabile.

Il tutto mentre dal 2017, come da decisione della Unione Europea, dovrebbero azzerarsi completamente i costi del roaming dai paesi europei, con un primo calo già nel 2016, con le compagnie che anche in questo caso vedono diminuire gli incassi corrispondenti.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su le reazioni delle associazioni dei consumatori dopo la variazione temporale del canone .

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.