Nuove regole per il canone di abbonamento RAI - I soggetti obbligati e come evitare il pagamento

Per l'anno 2016, secondo quanto disposto dalla legge di stabilità, la misura del canone di abbonamento alla televisione per uso privato sarà pari, nel suo complesso, all'importo di euro 100: chiunque detenga uno o più dispositivi atti, o adattabili, alla ricezione del segnale radio televisivo è obbligato al pagamento del canone di abbonamento alla RAI.

La presenza di un'antenna per captare (o trasmettere) il segnale radio televisivo fa presumere la detenzione o l'utenza di un dispositivo ricevente.

La detenzione di un dispositivo ricevente si presume altresì nel caso in cui esista un'utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica.

Allo scopo di superare le presunzioni di possesso di un dispositivo ricevente (in pratica, per auto certificare che non si possiede un televisore), a decorrere dal gennaio 2016, è ammessa esclusivamente una dichiarazione sostitutiva, la cui mendacia comporta effetti anche penali. Tale dichiarazione deve essere presentata all'Agenzia delle entrate – Direzione provinciale I di Torino – Ufficio territoriale di Torino I – Sportello S.A.T., con le modalità definite con provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate, e ha validità per l'anno in cui è stata presentata.

Il canone di abbonamento è, in ogni caso, dovuto una sola volta in relazione ai dispositivi di ricezione detenuti, nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora, dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica.

Per i titolari di utenza di fornitura di energia elettrica il pagamento del canone avviene in dieci rate mensili, addebitate sulle fatture emesse dall'impresa elettrica aventi scadenza del pagamento successiva alla scadenza delle rate. Le rate, ai fini dell'inserimento in fattura, s’intendono scadute il primo giorno di ciascuno dei mesi da gennaio ad ottobre. L'importo delle rate è oggetto di distinta indicazione nel contesto della fattura emessa dall'impresa elettrica e non è imponibile ai fini fiscali.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su nuove regole per il canone di abbonamento rai - i soggetti obbligati e come evitare il pagamento.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.