Esenzione canone rai » richiesta da presentare entro il 31 luglio 2014

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina.

La scadenza della domanda di esenzione dal Canone Rai

Il 31 Luglio 2014 per i contribuenti italiani rappresenta una data particolarmente rilevante. La scadenza, infatti, è di fondamentale importanza per quanto riguarda il canone RAI: non si tratta, infatti, solo del termine ultimo per presentare la domanda che permette di usufruire del beneficio fiscale dell'esenzione ma è anche uno dei termini per la scadenza della rata, semestrale o trimestrale, per chi ha scelto il pagamento rateale del canone stesso.

Come accennato nell'incipit, il prossimo 31 Luglio 2014 scade il termine per il pagamento della seconda rata semestrale, o della terza trimestrale, del canone RAI per chi non ha optato per il pagamento all'inizio dell'anno in unica soluzione.

Nello stesso giorno scade anche il termine entro il quale gli aventi diritto possono fare richiesta di esenzione.

Vediamo quali i sono beneficiari, come si determina il diritto all'esenzione e come avviene la procedura per la presentazione della domanda.

A chi è concesso il beneficio dell'esenzione dal canone Rai

Ecco i requisiti richiesti per l’esenzione annuale 2014 dal canone Rai:

Determinazione del reddito per l'esenzione dal canone rai

Ai fini della determinazione del reddito imponibile si deve tenere conto a quanto risulta dalla dichiarazione dei redditi dell'anno precedente a quello in cui si desidera usufruire dell'agevolazione.

Per le persone che sono esentate dalla presentazione della dichiarazione si fa riferimento al CUD.
Nel calcolo del reddito complessivo si tiene conto anche degli interessi maturati sui depositi bancari, postali nonché delle rendite derivanti da BOT, CCT e da altri titoli di Stato. Oltre che dei redditi derivanti da altri investimenti.

Sono invece esclusi dal calcolo del reddito complessivo i redditi esenti da Irpef come le pensioni di invalidità civile, le rendite Inail e le pensioni di guerra.

Si escludono anche: il reddito dell'abitazione principale con le relative pertinenze, il TFR e gli altri redditi assoggettati a tassazione separata.

La domanda da presentare per l'esenzione dal canone Rai

La richiesta esenzione può essere presentata da soggetti che al 31 Luglio abbiano compiuto 75 anni di età e l’apposita dichiarazione sostitutiva può essere o inviata, con una fotocopia (non autenticata) del proprio documento d’identità, tramite raccomandata A/R (a: Agenzia delle Entrate, ufficio Torino 1 Sat, Sportello abbonamenti Tv, Casella postale 22, 10121 – Torino) o consegnata a mano all'ufficio territoriale dell'Agenzia delle Entrate.

Se le condizioni per l’esenzioni permangono anche negli successivi non è necessario presentare ulteriori dichiarazioni per usufruire dell'agevolazione mentre, se quelle stesse condizioni decadono, il canone va pagato spontaneamente.

28 luglio 2014 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

cerca