Cancellazione protesto assegni per erronea o illegittima levata del protesto

La domanda di cancellazione può essere inoltrata da chiunque dimostri di essere stato protestato illegittimamente o erroneamente.

La domanda può essere presentata anche dai pubblici ufficiali abilitati alla levata dei protesti e dagli istituti di credito.

La richiesta di cancellazione per erronea levata del protesto  si riferisce solitamente ad errori materiali o disguidi tecnici della più diversa natura, relativi al procedimento di protesto da parte dell'ufficiale levatore, del presentatore autorizzato o dell'istituto di credito trattario.

Per quanto riguarda la prova dell'errore, è sufficiente allegare alla domanda di cancellazione una semplice dichiarazione dell'ufficiale levatore o del funzionario dell'istituto di credito, che esplicita l'errore commesso.

La richiesta di cancellazione per illegittima  levata del protesto riguarda tutti i casi in cui la levata del protesto non è conforme alla legge. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, si indicano le tipologie dei casi più frequenti:

  • la levata del protesto avvenuta oltre i termini di legge;
  • la richiesta di pagamento eseguita in luogo diverso da quello indicato nel titolo;
  • la levata del protesto senza l'indicazione obbligatoria dei dati anagrafici (l'obbligatorietà riguarda solo gli assegni emessi successivamente al 29 dicembre 2002, legge 29.12.2002, numero 273).

Tra i casi più complessi, si ricordano, sempre a titolo esemplificativo, quelli di illegittimità per falsità della firma, furto o smarrimento dell'assegno.

Modulo (facsimile) di domanda

richiesta di cancellazione dal registro informatico dei protesti per illegittima o erronea levata del protesto - foglio 1

richiesta di cancellazione dal registro informatico dei protesti per illegittima o erronea levata del protesto - foglio 2

(1) La firma può essere apposta direttamente in presenza dell'addetto all'ufficio competente a ricevere le domande, ovvero quando quest’ultima non viene depositata direttamente dall'interessato, è sufficiente allegare una fotocopia di un documento d'identità del medesimo.

(2) Il versamento può essere effettuato direttamente in contanti presso l'Ufficio Protesti o con bollettino postale CCP numero 351502 intestato alla Camera di Commercio causale “6060”.

La presente richiesta, con i prescritti allegati, può essere inviata anche a mezzo posta e corredata dalla fotocopia di un documento in corso di validità dell'interessato.

Istruzioni per la presentazione dell'istanza di cancellazione per erronea/illegittima levata

Il modulo deve essere compilato in ogni sua parte (anche sul retro) dal direttore di filiale o da chi ne fa le veci, dall'ufficiale levatore, nonché da chiunque dimostri di aver subìto sul proprio nominativo levata illegittima o erronea del protesto

Il modulo deve essere corredato da:

  • una marca da bollo da € 14,62 (fino ad un massimo di 12 effetti);
  • fotocopia del documento in corso di validità del richiedente;
  • fotocopia dell'effetto e dell'atto di protesto (qualora se ne sia in possesso);
  • memoria integrativa giustificativa della richiesta di cancellazione per illegittimità o erroneità del protesto (qualora si tratti di ufficiale levatore o istituto di credito, è opportuno l'utilizzo di carta intestata). ATTENZIONE la firma deve essere leggibile;
  • € 8,00 per ogni effetto di cui si richiede la cancellazione versati in contanti o con bollettino di ccp numero 351502 (intestato alla camera di commercio - ufficio protesti - specificando la causale: 6060);
  • ulteriore marca da bollo da € 1,81 qualora l'importo dei diritti di segreteria sia pari o superiore a € 77,47.

La domanda deve essere inoltrata all'ufficio Protesti della Camera di Commercio, competente per territorio, cioè alla Camera di Commercio del luogo di levata del protesto.

Per fare una domanda sulla cancellazione del protesto per erronea o illegittima levata del protesto, sul protesto, sulle restrizioni di accesso al credito per i soggetti protestati, sulle procedure di cancellazione del protesto, sul Pubblico Registro dei Protesti  e su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

17 agosto 2013 · Ludmilla Karadzic

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cancellazione protesto assegni per erronea o illegittima levata del protesto.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • LEONARDO 22 dicembre 2008 at 12:33

    Penso di aver avuto un protesto illeggittimo, mi hanno protestato un assegno postale in data 09/12/2008 ma sulla raccomandata inviatomi dalle poste con i relativi moduli pre il pagamento tardivo dell'assegno c'è una dicitura che dice: TERMINE ULTIMO PER IL PAGAMENTO 15/12/2008, ALLORA PERCHè MI HANNO PROTESTATO PRIMA DI QUELLA DATA? POI PERCHè MI HANNO ROTESTATO IN UANTO SUL CONTO C'ERA LA DISPONIBILITA'IL GIORNO 11/12/2008? SPERO DI RICEVERE RISPOSTA ANCHE SE TENTERO'LA CANCELLZIONE PER PROTESTO ILLEGGITTIMO, CON LA PRESENTE COLGO L'OCCASIONE DI PORGERVI I MIEI PIU'CORDIALI SALUTI

    • c0cc0bill 19 gennaio 2009 at 18:12

      Le consiglio di postare il quesito nella sezione appropriata, a cui si accede dalla home page.

      Questo spazio è riservato ai commenti dei lettori, e difficilmente i consulenti vi accederanno per risponderle.

    1 9 10 11