Il Garante conferma il limite massimo di 12 mesi dalla regolarizzazione per rate pagate in ritardo per i dati registrati nelle Centrali Rischi

I dati di chi ha pagato in ritardo due rate di un prestito o di un mutuo non possono essere conservati nelle Centrali Rischi per più di un anno. Le vecchie centrali di rischio vanno puntualmente aggiornate e devono contenere informazioni esatte

Questo è quanto ribadito dal Garante Privacy, con provvedimento del 12 luglio 2012 numero 209 chiamato in causa da un cittadino che ha ritenuto illegittima la presenza del suo nominativo in una banca dati per cattivi pagatori oltre il temine annuale fissato dal codice deontologico e regolato dalla legge finanziaria, approvata il 14 settembre 2011.

CRIF è stata condannata a pagare al ricorrente 500 euro, di cui euro 150 per diritti di segreteria, considerati gli adempimenti connessi, in particolare, alla presentazione del ricorso.

9 luglio 2011 · Rosaria Proietti

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca