REGISTRO INFORMATICO DEI PROTESTI - ART. 13 PUBBLICAZIONE ELENCHI DEI PROTESTI

L'attività di pubblicazione degli elenchi dei protesti da parte della Camera di Commercio consiste in una mera operazione materiale senza alcun potere discrezionale e consegue automaticamente alla levata del protesto.

Pertanto la Camera di Commercio si limita a riversare nel registro informatico i dati contenuti negli elenchi provenienti dagli Ufficiali levatori, senza avere alcun potere di apportare correzioni d'ufficio ai dati contenuti negli elenchi.

Non compete inoltre alla CCIAA il potere di controllare la legittima e regolare levata del protesto, che avviene sotto la responsabilità dell'Ufficiale levatore.

Spetterà all'Autorità Giudiziaria accertare e dichiarare la mancanza dei requisiti per la levata del protesto.

Gli elenchi dei protesti sono mensili e devono essere inviati direttamente alla C.C.I.A.A. entro il giorno successivo alla fine di ogni mese.

In base alla circolare M.I.C.A. numero 3504/c del 21.12.2000, in mancanza di riferimenti normativi e per consentire ai pubblici ufficiali di predisporre in tempo utile gli elenchi, deve ritenersi che gli stessi debbano contenere i protesti levati fino al giorno 26 di ciascun mese, comprendendo comunque quelli relativi al mese precedente non inseriti nell'ultimo elenco inviato (ossia dal 27 del mese precedente al 26 del mese successivo).

La pubblicazione avverrà entro il decimo giorno dalla ricezione di ciascun elenco.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su registro informatico dei protesti - art. 13 pubblicazione elenchi dei protesti.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.